I colori secondo la filosofia dell’abitare Feng-Shui


Il Feng Shui è un’antica disciplina orientale che coniuga filosofia e architettura, per arredare gli spazi affinché si generino energie positive per lo spirito e il corpo. Il termine Feng Shui richiama i concetti di vento e acqua, che rappresentano salute, felicità, pace e prosperità.

In Oriente i principi del Feng Shui non vengono applicati solo all’arredamento, ma anche alla progettazione di edifici e quartieri. In generale, per ciò che riguarda l’interior design, è possibile fare riferimento ad alcune regole, che tengono conto della presenza di campi magnetici ed energetici per scegliere la disposizione degli arredamenti e dare vita a spazi che generano benessere e sono confortevoli per chi li frequenta.

Il significato dei colori

La scelta dei colori è molto importante per il Feng Shui, ognuno ha un proprio significato e genera una serie di emozioni e sensazioni. In generale, i colori derivano da yin-yang e dalle sue sfumature: il massimo della luce è lo yang, l’assenza di luce è lo yin, nel mezzo ci sono i colori così come vengono percepiti dall’occhio umano. Ogni colore ha un proprio tipo di energia, un’informazione che raggiunge il nostro subconscio e lo influenza, anche se ne siamo inconsapevoli.

Vediamo a cosa viene associato ciascun colore nel Feng Shui:

  • Verde – energia Legno: è il colore di primavera, fegato e occhi. Dove c’è verde c’è vegetazione e quindi acqua e cibo, fondamentali per la nostra sopravvivenza. Il nostro organismo associa la percezione del verde alla presenza di vegetali. Più è intenso, più l’ambiente risulta favorevole. Viene impiagato quando è necessario trasmettere tranquillità, distensione, cooperazione.
  • Rosso, lilla, celeste – energia Fuoco: sono i colori di estate, cuore e circolazione sanguigna. Sono colori attivanti, per cui vanno impiegati con moderazione e negli ambienti in cui vengono svolte delle attività.
  • Giallo, marrone, grigio opaco – energia Terra: sono i colori di tarda estate, stomaco e tatto. Le sfumature più o meno tendenti al colore della terra fanno diventare questi colori quelli di fertilità, abbondanza e accumulo (terra fertile) oppure quello di solidità e stabilità (terra roccia).
  • Bianco, argento, metallizzato – energia Metallo: sono i colori di autunno e polmoni. Favoriscono la ricerca interiore e tendono a calmare.
  • Toni del blu – energia Acqua: sono i colori di inverno, areni, organi genitali, orecchie, istinto, intuito e sogni. Anche in questo caso la tonalità porta più o meno verso yin e yang. Le tonalità scure sono yin, quelle chiare sono yang. Sono colori calmanti e introspettivi.

Il colore giusto per ogni stanza

Ogni stanza della casa per il Feng Shui deve avere un colore che meglio le si addice in base alle funzioni che vi svolgiamo.

  • Ingresso: è il luogo di passaggio tra fuori e dentro dell’abitazione. I colori ideali per il Feng Shui sono blu, verde e rosa con yang.
  • Soggiorno: è il luogo dell’incontro e la convivialità. Per questa zona vanno bene i toni accesi del rosso e del giallo come anche i colori più vicini a quelli della terra, che restituiscono una sensazione di accoglienza.
  • Cucina: è un ambiente stimolante e vivace. Il colore giusto è il giallo, abbinato ai colori della terra.
  • Sala da pranzo: è una stanza conviviale ma rilassante, per questo è bene scegliere verde, giallo, rosa, tonalità della terra.
  • Camera da letto: è il luogo del relax e dell’intimità, perciò vanno evitati i colori intensi, per passare alle tonalità pastello del rosa, del verde o del crema.
  • Bagno: è una zona in cui si trascorre un tempo limitato, per cui si possono utilizzare colori accesi come turchese o rosso abbinati a bianco o nero.
  • Camera dei bambini: è una stanza energizzante, che stimola la fantasia e la creatività. Perfetti sono il rosso e l’arancione per la zona di gioco, mentre il turchese o il verde vanno bene per la zona letto e studio.


Foto di repertorio da Shutterstock

@RIPRODUZIONE RISERVATA