fbpx
18 Gennaio 2019
Ville&Casali
Cantine Primo Piano Toscana Viaggi e Sapori

Territorio del Chianti: un mare di vigneti

Il territorio del Chianti è composto da verdi colline disegnate da infiniti filari di vigneti e oliveti che creano perfette geometrie, strade sinuose da attraversare, piccoli borghi protetti da mura medievali, pievi romaniche e castelli celati tra la natura. Dietro ogni curva, dietro ogni angolo, si schiudono panorami inaspettati e scorci su ville e casolari.

L’antico territorio del Chianti Classico si estende per 70 mila ettari di superficie tra Firenze e Siena.

È nel territorio del Chianti che si produce uno dei vini più apprezzati e conosciuti al mondo.

Attraversarlo, in macchina, in moto o in bicicletta, è il modo migliore per viverlo.

I primi a scoprire il territorio toscano del Chianti sono stati gli inglesi, che hanno dato il nome di Chiantishire alla zona. Viaggiatori, turisti, letterati, artisti, intellettuali, imprenditori e nobili anglosassoni hanno soggiornato nel Chianti, altri si sono fermati stabilmente, conquistati da un territorio la cui immagine è stata poi esportata in tutto il mondo. Ancora oggi continua a essere meta di un importante turismo internazionale, che annovera, tra i primi, americani e nordeuropei, ma la sua notorietà attrae anche asiatici e australiani. Chi viene qui cerca la Toscana autentica e il Chianti ne racchiude l’essenza, fatta di paesaggi, ospitalità, colori, profumi e sapori antichi, piatti e prodotti tipici di una terra antica da degustare.

Un tour guidato nel Chianti

È Greve, la porta d’ingresso del Chianti. Una vivace cittadina famosa per la sua particolare piazza, dove sin dal medioevo si svolgeva il mercato dei borghi limitrofi. Un’anima commerciale che ancora la contraddistingue, tanto che sotto i portici della piazza si trovano oggi molti negozi di artigiani, enoteche e ristoranti. Merita una sosta l’Antica Macelleria Falorni, molto più di un negozio. Una bottega-museo, testimonianza di un passato che affonda le sue radici nel mestiere del macellaio. Da nove generazioni selezionano carni e producono salumi rispettando ricette e sapori tradizionali. Da provare, la tartare express, rigorosamente accompagnata da un bicchiere di Chianti Classico.

Palazzi signorili e colline sinuose

Da qui, passando per Panzano, tipico borgo dall’atmosfera toscana, si raggiunge, Castellina. Soltanto la suggestiva strada che si percorre per arrivare a questo angolo paradisiaco, quasi nascosto tra le sinuose colline del Chianti, vale la destinazione. Passeggiando per la città si possono ammirare i bei palazzi signorili appartenuti a importanti famiglie senesi e fiorentine, mentre il suggestivo camminamento di Via delle Volte, che attraversa il borgo, offre ampi scorci sul panorama mozzafiato della campagna circostante. Nella parallela via Ferruccio, dove si concentra la vita del paese, si succedono caffè, negozi, ristoranti ed enoteche. Radda, protetta dalle antiche mura, conserva il suo originale aspetto medievale, caratterizzato da stradine strette e dai classici edifici a torre, cui si aggiunge il fascino tradizionale toscano delle facciate in pietra locale. Vicino a Radda si trova il Castello di Volpaia, un antico borgo fortificato.

In bicicletta tra le meraviglie del Chianti

Un altro importante centro del territorio del Chianti, è Gaiole, immersa in un paesaggio incantevole, caratterizzato da antichi castelli e pievi romaniche, come il Castello di Vertine, il Castello di Meleto, la Pieve di Spaltenna e il Castello di Brolio, oggi dimore di charme per chi vuole soggiornare in questo territorio. A Gaiole è abbinato il nome dell’Eroica, una manifestazione cicloturistica d’epoca nata nel 1997. Bici d’epoca pedalano su strade bianche, tra borghi e vigneti: una immersione totale alla scoperta delle meraviglie del Chianti. Dopo le prime edizioni, frequentate da un ristretto gruppo di collezionisti e vecchi appassionati, oggi, l’Eroica è diventata un evento mondiale che richiama un pubblico sempre più vasto e diversificato, nonché occasione di mostre, mercatini, iniziative culturali e ritrovo di vecchie glorie.

Vale fare una deviazione in direzione di Lecchi, piccolo borgo di poche anime ma verace e caratteristico, animato da botteghe artigiane e dalla ristorazione locale.

Non si può non accompagnare il viaggio con un tour delle cantine del Chianti, un percorso sensoriale e degustativo tra le varietà vinicole, alla scoperta di squisiti vini che raccontano, attraverso aromi, sapori e profumi, la storia di questa terra.

Abbiamo dedicato al suggestivo paesaggio del Chianti un ampio e dettagliato articolo nel nostro numero di novembre. Se te lo sei perso o se vuoi rileggerlo, ti invitiamo a scaricare la App: potrai consultare tutti i numeri arretrati. Basta andare a questo Link.

Approfondimenti:

Dopo il vino del Chianti, un’altra eccellenza italiana, quasta volta con le bollicine: Una passeggiata tra le colline del Prosecco

Leggi il Racconto di chi ha dedicato la propria vita alla produzione di vino: La signora di Montalcino: storia di Emilia Nardi

Stai cercando un casale nel Chianti? Guarda questo a Montepulciano e questo in vendita in provincia di Arezzo

Altre letture consigliate

Umanità in vigna: Wine Resort in Sicilia

Redazione

Una country house nella valle dell’Ombrone

Marcella Guidi

Il Baccanale: una guida alle feste del vino in Italia

Giorgia Marino