Pubblicità
Pubblicità

Il rinascimento del Chianti classico

di Loredana Ficicchia

Tipico paesaggio chiantigiano

Un territorio di 70 mila ettari tra Firenze e Siena che presto l’UNESCO potrebbe identificare come patrimonio dell’umanità. I luoghi da visitare

La migliore architettura del Rinascimento ha disegnato nel Chianti castelli e fortezze protetti da guarnigioni di cipressi e ondulati vigneti. Peculiarità e in alcuni casi unicità sono le carte che questo territorio ha messo sul tavolo della World Heritage List, per essere identificato tra i siti Unesco come patrimonio dell’Umanità.

Il castello di Brolio

Ci credono gli amministratori del territorio – 70 mila ettari di superficie tra Firenze e Siena – col suo motore economico sorretto da agricoltura, turismo, manifattura, paesaggio e cultura e la Fondazione Chianti Classico…

Articolo pubblicato su Ville&Casali di ottobre 2021

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Arredare con il termocamino

I termocamini della linea Vulcano StarGold hanno il fa...

vivere in un fienile

Vivere in un fienile trasformato in una dimora da sogno

Un edificio in pietra e sassi, tipico delle Langhe, ris...

Come arredare l’antibagno: normative e idee

L'antibagno è una zona molto particolare della casa, di...

Una casa nel bosco inondata di luce

In Franciacorta, il progettista Marco Carini ha realiz...

Lusso discreto sotto la Tour Eiffel

In un grande appartamento parigino, affacciato sui gia...

Ville&Casali su Instagram