Le pratiche per la manutenzione del giardino in aprile


 

Con l’arrivo della primavera fervono i preparativi in giardino. Gli amanti del giardinaggio iniziano, infatti, in questo periodo a riprendere le attività all’aperto, annaffiando, arando e concimando la terra in attesa di vedere i primi germogli. Aprile segna dunque il momento di rimboccarsi le maniche allo scopo di cogliere o semplicemente godere dei frutti del proprio spazio verde. Ritagliare qualche giorno di tempo a tal proposito potrebbe rivelarsi fondamentale, per lasciare spazio a lavori di pulizia e manutenzione propedeutici alla semina.

Per ridare dignità al proprio giardino, qualora si trattasse di uno spazio molto ampio, potrebbero volerci settimane.

I concimi

Quando si parla di concimi, si pensa sempre a sostanze inorganiche e inquinanti. Tuttavia, non tutti sanno che nuovi concimi organici e minerali sono in grado di fornire ugualmente i macroelementi necessari e i principi nutritivi di cui i vegetali hanno bisogno.

Un giardiniere professionista, ad esempio, è a conoscenza degli effetti positivi di lungo periodo che una concimazione azotata possa assicurare a qualsiasi manto verde. Perciò cercherà di procurarsi un fertilizzante ricco di: azoto, potassio e fosforo. La differenza tra concimi organici e minerali consiste nella modalità di assorbimento dei medesimi da parte del terreno. Mentre i primi, tra cui sono annoverabili letame, sangue secco, farina d’ossa, pollina e guano, vengono assorbiti più lentamente, talvolta nell’arco di mesi, i secondi sono facilmente assimilabili. Le preferenza dovrebbe ricadere su quelli più ricchi di sostanze.  

Gli strumenti

Semi automatici, elettrici o manuali, gli strumenti ricoprono un ruolo fondamentale in giardino. Sebbene in molti siano convinti che per ottenere buoni risultati in breve tempo bastino zappa e rastrello, la tecnologia offre un valido aiuto ai moderni giardinieri. I macchinari più innovativi, oggi, sono quelli che riescono a raggiungere l’obiettivo nel minor tempo possibile.

Decespugliatori, rasaerba, piccoli trattori, trimmer e motoseghe vanno per la maggiore, diventando sempre più complementari al lavoro manuale di potatura e concimazione.

 

© Riproduzione riservata