La Guida ai Vitigni d’Italia: nuova edizione


Ecco la nuova edizione di Guida ai Vitigni d’Italia, un’edizione completamente rinnovata e arricchita della Guida che descrive le varietà viticole presenti nel nostro Paese. Disponibile in tutte le librerie, l’ultima pubblicazione di Slow Food Editore è da considerarsi come un vero e proprio catalogo: sono, infatti, quasi 700 i vitigni autoctoni italiani presi in esame (ben 100 in più rispetto alla scorsa edizione della guida).

Guida ai Vitigni d’Italia: schede e dati

Questa edizione di Guida ai Vitigni d’Italia propone le schede aggiornate delle varietà già esaminate nella versione precedente e perfeziona lo studio con l’identificazione e catalogazione dei nuovi vitigni rappresentando totalmente il repertorio di biodiversità che caratterizza il territorio italiano. I vitigni sono raccontati attraverso una scheda che, con linguaggio chiaro e appropriato, ne ripercorre la storia, informa sulla loro diffusione e sulla presenza nelle varie denominazioni italiane, individua le caratteristiche della pianta e traccia un profilo organolettico dei vini che con queste varietà vengono prodotti.

Vastissima bibliografia

Il volume è arricchito da una vasta bibliografia che fornisce informazioni sugli studi di ricerca fatti, in Italia e all’estero, sulla viticoltura nel nostro paeseDa Abrostine allo Zibibbo Nero, passando per Croatina, Groppello e Pampanuto, la guida – destinata a consumatori, operatori e produttori – raccoglie le schede tecniche di ogni vitigno, riportando storia, diffusione e caratteristiche della pianta e del vino che ne deriva. Biodiversità è la parola chiave di questa nuova edizione, il cui intento è proprio portare all’attenzione tutte quelle varietà territoriali dimenticate per anni

Titolo: Guida ai vitigni d’Italia

Editore: Slow Food Editore

Prezzo: 16,50 euro.