fbpx
Ville&Casali
Reportage

Torna il flair di Cortina con un fiorente mercato immobiliare

Si è risvegliato il flair di Cortina. L’assegnazione dei Mondiali e delle Olimpiadi alla Regina delle Dolomiti ha rimesso in moto una serie di investimenti nel settore alberghiero, ma anche nel mercato immobiliare, anche se il piano regolatore rende quasi impossibile costruire nuove abitazioni.

Il mercato immobiliare di Cortina è prevalentemente costituito da italiani, soprattutto romani, bolognesi, veneti.

E la tipologia di immobile oggi più richiesta è quella con tre camere e due bagni.

I tanti cantieri aperti hanno per oggetto, quindi, la ristrutturazione di vecchi stabili sia per uso privato sia per accrescere e migliorare la capacità alberghiera. Stanno partendo i lavori dell’Hotel Ampezzo, in centro, chiuso per tanti anni, mentre l’Hotel Impero diventerà un Bulgari Hotel.

Gli alberghi in ristrutturazione sono una ventina. Fermento anche nell’attività commerciale con molti brand nazionali e internazionali in arrivo: a dicembre apre Christian Dior.

Da due anni il mercato si muove con grande lentezza ma migliorando, con molte aspettative per le Olimpiadi. Credo che da qui al 2026 aumenteranno le richieste. I prezzi stentano ad aumentare, ma prevediamo una crescita del 3-5 percento all’anno. Sono ottimista

Marino Piccolotto di Abitare Cortina

Molti preferiscono l’appartamento centrale, vicino ai servizi. La soluzione migliore consiste in un immobile parzialmente ristrutturato che permette al proprietario di rifinirlo a proprio gusto.

Sandra Giacobbi di Cortina Style Real Estate

I prezzi variano da 8 mila a 15 mila euro al mq.

Un immobile nuovo può avere valutazioni tra i 13 mila e i 15 mila euro al mq mentre per un usato il prezzo oscilla tra i 9 mila e i 10 mila euro al mq. La differenza è dettata, principalmente, dalla posizione. L’esposizione, la vista e la distanza a piedi dal centro, sono gli elementi che incidono sui valori degli immobili. Molto richiesti anche gli immobili con terrazzo.

Giuliano Dal Magro presidente della Fiaip di Belluno

Cianderies rimane la zona più prestigiosa e più richiesta, perché vicina al centro: tranquilla e soleggiata, gode della vista sulle Tofane. Seguono Verocai, via Menardi e Pralongo, vicine alla pista ciclabile.

Nel mercato immobiliare di Cortina esiste un nuovo interesse per gli chalet e le ville, soprattutto sulle piste, ma l’offerta non soddisfa la domanda.

Sono poche le ville in vendita, mentre quelle in centro sono cedute solo in affitto. I proprietari di immobili adesso vogliono aspettare prima di vendere perché immaginano di poterlo fare fra qualche anno a prezzi migliori; sperano che si ritorni ai 25 mila euro al metro quadro degli anni d’oro, anche se è poco probabile.

Elfi Untergassmair e Barbara Sponsale di Engel & Völkers

Comunque, chi qualche anno fa pensava di investire qui e aveva abbandonato l’idea, oggi si è riaffacciato sul mercato.

Tuttavia, dalla ricerca dell’immobile all’acquisto i tempi sono spesso molto lunghi, talvolta anche di due anni. L’appartamento nuovo, ristrutturato, è quello più facilmente affittabile. Per un appartamento di due o tre camere l’affitto annuale rende intorno ai 28 mila euro. Per un immobile non nuovo stiamo invece sui 15 mila.

Alex Ghedina Piccolo di Punto Casa Cortina

Indirizzario web:

Consulta il portale immobiliare di Ville&Casali, per cercare il tuo immobile di pregio tra gli annunci immobiliari a Cortina

Approfondimenti:

Scopri il territorio della splendida Cortina. Leggi Cortina si prepara ai grandi eventi

Altre letture consigliate

Il Nord Ovest traina il florido mercato immobiliare di Courmayeur

Alessandro Luongo

Luxury chalet a Cortina d’Ampezzo

Redazione Ville&Casali

Mood alpino e accenti Déco in una casa a Cortina

Paola Pianzola