fbpx
22 Gennaio 2020
Ville&Casali
Primo Piano Reportage

Cortina si prepara ai grandi eventi

A Cortina c’è grande fermento e entusiasmo per i Mondiali di sci 2021 e per il successo ottenuto con l’assegnazione dei Giochi Olimpici del 2026.

L’unica località italiana che fa parte dell’associazione Best of Alps (12 mete alpine di prestigio, che comprendono Saint Moritz, Mègève e Kitzbühel), è la capofila di un territorio che porterà nuovo vigore a tutte le Dolomiti bellunesi, tramandando con i prossimi eventi sportivi un’importante eredità infrastrutturale. Due manifestazioni che grazie alla visibilità internazionale alimenteranno il turismo del prossimo decennio.

Le montagne di Cortina già godono della fama di appartenere al Patrimonio mondiale dell’Unesco.

Cortina è suddivisa in tre comprensori collegati tra loro da un servizio di skibus per un totale di 120 km di piste.

E fa parte del comprensorio Dolomiti Superski, uno dei caroselli sciistici più grandi del mondo, che unisce dodici prestigiose località per 1.200 km di piste.

Con numerosi investimenti la cittadina ampezzana si sta preparando per ammodernare tutte le infrastrutture sportive e gli impianti di risalita esistenti, e realizzare nuove piste e aree di arrivo. Sono in corso anche lavori per migliorare la mobilità interna ed esterna. Passeggiando per il paese tutto questo si percepisce immediatamente, perché si vedono gru ovunque. Anche gli alberghi si stanno rinnovando per puntare a un target alto, con nuove suite e spa. Sono ben diciannove le strutture che hanno avviato o avvieranno a breve i lavori.

È un progetto molto importante per Cortina e per le valli intorno per riqualificarsi e migliorare la propria offerta turistica. L’assegnazione anche delle Olimpiadi dà una prospettiva maggiore a questi investimenti. I primi lavori infrastrutturali hanno puntato al miglioramento delle piste dal punto di vista tecnico e della sicurezza.

Valerio Giacobbi, amministratore delegato di Fondazione 2021

Lo spiega a Ville&Casali, Valerio Giacobbi, l’amministratore delegato di Fondazione 2021 – il comitato organizzatore dei Mondiali 2021, il cui presidente è Alessandro Benetton.

È stata realizzata una pista nuova per gli allenamenti. Sono state create le aree di arrivo dove ci saranno le tribune a Rumerlo e la tenda Vip, che rimarranno anche per le Olimpiadi, e nasceranno due impianti di risalita nuovi.

Il primo tronco della Freccia nel Cielo, che era una funivia, è stato sostituito con la cabinovia Col Druscié, già utilizzabile da questa stagione, che aumenterà la capacità di trasporto e sarà un modo conveniente e rispettoso dell’ambiente per raggiungere l’area di arrivo della Coppa del mondo di sci e dei Campionati Mondiali di sci 2021.

Estratto Ville&Casali dicembre 2019

Approfondimenti:

Altre letture consigliate

Un attico a Cortina con vista sul campanile

Marcella Guidi

È in edicola il numero di gennaio 2019 di Ville&Casali

Redazione

È in edicola il numero di dicembre 2018 di Ville&Casali

Redazione Ville&Casali