15 dicembre 2018
Ville&Casali
Gardening

Giardinaggio autunnale: come prepararsi all’inverno

Prima della pausa e del riposo invernale, i nostri spazi verdi, grandi o piccoli che siano, richiedono ancora un po’ di sforzo. Ecco allora una checklist imprescindibile per il giardinaggio autunnale. Tutti gli interventi da fare per proteggere prato e cespugli, aiuole e alberi dalle gelate e dalle intemperie dell’inverno, in attesa che rifioriscano a primavera.

Cura del prato, il primo step del giardinaggio autunnale

Il prato è la parte del giardino che soffre di più le basse temperature e la mancanza di luce. Per questo è bene “coccolarlo” un po’ prima dei rigori invernali. Il primo intervento di giardinaggio autunnale da mettere in atto è quindi l’arieggiatura del manto erboso. Niente di troppo complicato: sarà sufficiente liberare l’erba dalle foglie cadute con un rastrello a denti larghi e leggeri. Una parte delle foglie secche si potrà poi mettere da parte per la pacciamatura e per fare “casette” per gli insetti utili.

Altra operazione fondamentale è l’ultima tosatura prima dell’inverno. La prima metà di novembre è il periodo adatto. È importante, tuttavia, non tagliare l’erba troppo bassa (almeno 5 cm). L’altezza consente infatti di sfruttare meglio la scarsa luce solare dell’inverno e rende il prato più resistente a muschi ed erbacce.

Infine, la concimazione. È importante scegliere concimi autunnali, che hanno un basso contenuto di azoto e un’alta percentuale di potassio. Il potassio aumenta, infatti, la resistenza al gelo, mentre l’azoto farebbe crescere troppo l’erba, rendendola più vulnerabile alle gelate.

Piantatura e potatura

Due operazioni tipiche del giardinaggio autunnale sono il travaso o trapianto e la piantatura. Il terreno, infatti, conserva ancora il calore dell’estate, e nello stesso tempo ha immagazzinato molta umidità grazie alle piogge dell’autunno. È il momento ideale, allora, per interrare nuove piante o piantare bulbi.
È importante ricordare che i bulbi vanno interrati a una profondità pari a due-tre volte la loro altezza.

Se da una parte si pianta, dall’altra è bene potare. L’autunno è il momento buono per dare una sistemata alla siepe, liberandola anche dalle foglie cadute dagli alberi. Anche arbusti e cespugli vanno potati per evitare che appassiscano durante l’inverno.

Ancora qualche accorgimento

Infine, prima di salutare il giardino per tutto l’inverno, è bene mettere in pratica ancora qualche consiglio.
Aiuole, rose e altre piante delicate vanno protette dal freddo e coperte, ad esempio con foglie secche e legna di sottobosco. Anche il prato si può trattare con uno strato di pacciamatura.
I bulbi estivi vanno espiantati e conservati in una cassetta areata, magari in cantina. Le piante in vaso che patiscono il freddo vanno messe al riparo in casa.
Come ultima cosa, ricordarsi di svuotare le pompe e i dispositivi di irrigazione, che potrebbero ghiacciare e rompersi.

Approfondimenti:
Giardinaggio sostenibile? Leggi Aridocoltura in giardino.
Vuoi velocizzare la cura del prato? Prova con un robot tagliaerba.

Altre letture consigliate

Sos gelo: 10 regole per proteggere le piante in terrazzo

Giorgia

Spontaneo con brio: un giardino con vista sui colli di Urbino

Eleonora Bosco

Rinnovare casa e giardino? I libri giusti per cominciare

Ludovica Amici