Paolo Venini e la sua fornace


Paolo Venini e la sua fornace, racconta uno dei più importanti imprenditori della produzione artistica del vetro che ha contribuito in modo decisivo alla vitalità dell’arte del fuoco, conseguendo risultati sorprendenti riconosciuti anche in ambito internazionale.

In questo volume vengono illustrati moltissimi materiali inediti, provenienti dal suo archivio storico. Nel 1925 fondò la vetreria V.S.M. Venini & C. e operò instancabilmente come grande regista e direttore della Venini fino alla sua scomparsa, avvenuta nel 1959.

Il volume mette in luce le nuove linee essenziali e raffinate, con cui l’artista riusciva a esaltare le tradizioni Paolo Veninitecnologiche e artigianali, e l’interpretazione delle tecniche muranesi grazie alla quale nacquero le serie Zanfirico reticello, Mosaico zanfirico, Mosaico multicolore ecc. nonché i coloratissimi vetri a murine.

Duecentocinquanta vetri narrano la collaborazione della ceramista svedese Tyra Lundgren, di Gio Ponti, di Piero Fornasetti, dei pittori Eugène Berman e Riccardo Licata, ma anche degli americani Ken Scott e Charles Lin Tissot. Ad essi si aggiunsero gli architetti Massimo Vignelli e Tobia Scarpa e la designer norvegese Grete Korsmo.

Paolo Venini

Milanese, già socio della Cappellin Venini, nel 1925 fondò la vetreria V.S.M. Venini & C. avendo soci come Napoleone Martinuzzi e Francesco Zecchin, dai quali si separò nel 1932. Divenuto presidente della società, egli operò instancabilmente come grande regista e direttore della Venini fino alla sua scomparsa, avvenuta nel 1959.

Nella definizione del catalogo della vetreria, egli intervenne anche come ideatore di nuove serie di vetri a metà degli anni trenta, ma in particolare nel corso degli anni cinquanta.

Il Libro

  • Titolo – Paolo Venini e la sua fornace
  • Autore – Marino Barovier
  • Editore – Skira
  • Pagine – 532
  • Illustrazioni a colori – 1722
  • Prezzo –  75,00 euro