Tappeti Caucasici: le caratteristiche


I tappeti caucasici vengono annodati nell’omonima regione che si trova tra il Mar Nero ed il Mar Caspio. I tappeti annodati in quest’area sono generalmente geometrici ed hanno il nodo Ghiordes, detto anche nodo simmetrico. I più apprezzati dai collezionisti sono i tappeti antichi per la grande forza espressiva del disegno geometrico. Annodati su telaio orizzontale da popolazioni nomadi, quasi sempre hanno la trama e l’ordito in lana.

In questo articolo, dedicato proprio ai tappeti Caucasici, analizzeremo le loro origini, le loro caratteristiche e il loro prezzo di acquisto.
Molti appassionati infatti ultimamente si sono chiesti:” Perché alcuni tappeti caucasici costano così poco?”, oppure: “Ho visto alcuni tappeti caucasici antichi che costano una follia, perché?”

Non è semplice rispondere a queste domande in quanto ci si deve riferire a periodi temporali ben precisi. La risposta data è quindi è valida per questi ultimi anni, forse per qualche anno ancora e nella situazione economica contingente.

Karabagh o Karabakh Caucaso meridionale

Karabagh antico, tappeto del Caucaso meridionale

Oggi più che mai le possibilità economiche e la disponibilità finanziaria sono concentrate nelle mani di un numero ristretto di persone che desiderano avere il meglio. I tappeti belli, da collezione, sono in un numero limitato e la loro richiesta è in vertiginoso aumento; di conseguenza anche l’offerta monetaria volta ad accaparrarsi i tappeti rari di eclatante bellezza e perfetto stato di conservazione è salita notevolmente.

Cici tappeto caucasico antico

Dalla regione a nord-est, nell’area di Kuba, proviene questo bel tappeto Cici color giallo oro con un ottimo stato di conservazione. L’annodatura del tappeto è compatta, il nodo Ghordes, anche se non fittissimo, è ben serrato, morbido e luminoso, uniforme in vello con struttura (trama ed ordito) in lana.

Esiste una fascia di tappeti antichi rari e da collezione che per qualche piccolissimo particolare non sono top player; facendo un esempio calcistico si può dire che con questi giocatori si può vincere il campionato, ma non si vincerà mai la Coppa UEFA.

Vista la scarsa disponibilità finanziaria delle società minori, fior fior di giocatori, come ad esempio il tappeto Cici giallo oro qui sopra, rimangono sottopagati. Si parla comunque sempre di serie A, poiché si tratta di tappeti antichi annodati prima del 1918, con più di cent’anni di vita, ancora perfettamente fruibili, annodati con lane filate a mano tinte con sostanze vegetali.

Seikhur o Zeiqur o Seiqur o Zeikhur Caucaso Nord orientale

Un altro bel tappeto del Caucaso orientale.

Shirvan

Daghestan

Bidjof

I tappeti proposti in questo articolo sono pezzi importanti, completamente sani nella struttura, di epoca corretta.

Alcuni tappeti caucasici decisamente sottovalutati

Shirvan Kuba giovane, 90 anni compiuti 

Kuba

Caucaso orientale dall’annodatura fine vello rasato basso.

Tappeti troppo spesso sottovalutati, non notati, poco esposti fino ad ora in quanto si preferisce sempre far vedere pezzi più costosi.

Seikhur

Tappeto caucasico antico con motivi a garofano e bordura georgiana.

Tappeti del Caucaso occidentale

Proponiamo poi alcuni pezzi del Caucaso occidentale dal vello alto secondo la migliore tradizione dei Kazak annodati con lane luminose.

Kazak Bordjalo a poligoni uncinati

Kazak antico

Raro delicato colore azzurro polvere.

Il tappeto ha un colore veramente inaspettato che stupisce tutti gli appassionati di tappeti caucasici; si trova in perfetto stato di conservazione tanto da far sospettare si tratti di un pezzo recente. Così non è! La trama e l’ordito in lana scura, la morbidezza delle lane filate a mano ed i colori vegetali uniti alla estrema pulizia del disegno ci garantiscono che questo pezzo è stato annodato tra il 1900 ed il 1918.

Il tappeto caucasico antico annodato prima del 1920 è ben conservato, morbido ed in vello. È stato restaurato alla perfezione in due punti; attualmente i restauri sono visibili solo dal rovescio, su richiesta si possono mascherare. Per alcuni è da attribuire all’area di Ghendjeh.

Le informazioni di questa notizia sono tratte dall’articolo Caucaso: occidentale, orientale, meridionale pubblicato sul blog di Morandi Tappeti.

Contenuto sponsorizzato 

© Riproduzione riservata