I materiali di tendenza per l’arredamento del 2018


Il nuovo anno, in fatto di tendenze di interior design, sarà caratterizzato dal ritorno di materiali dal gusto retrò, nobili e resistenti, capaci di completare l’arredo con elegante originalità. Atmosfere che riportano la mente ad anni passati e lontani attraverso l’utilizzo di oggetti antichi, ma attorno ai quali il contesto è decisamente diverso.

I materiali per l’arredamento del nuovo anno

Linee contemporanee e complementi retrò, le ispirazioni non mancheranno per questo binomio che sembra contraddittorio, ecco allora qualche spunto interessante per chi voglia seguire le tendenze dell’arredamento dell’arredamento 2018.

Marmo opaco

Un materiale classico che dopo anni torna a far parlare di sé, con le sue peculiari venature che lo rendono gettonatissimo e tra le prime scelte di architetti e designer.

Per chi ama le linee pulite e le atmosfere maestose e allo stesso tempo sobrie, questo materiale è l’ideale. Inoltre, si possono creare moltissimi abbinamenti con prodotti naturali, come il legno e al rame, materie in grado di donare una nota di calore alla percezione essenziale del marmo.

Nei piani d’appoggio della cucina o del bagno, il marmo da il meglio di sé e anche se sembra una scelta inflazionata va, in realtà, segnalata un piccolo cambiamento per il 2018. La pietra che sarà in voga per l’arredamento del 2018 non sarà classica, ma si troverà in versione opaca, conferendo al materiale tutto un altro effetto. Questa piccola novità cambierà la percezione anche degli ambienti in cui verrà posto il marmo, dando vita ad atmosfere sempre molto raffinate, ma con un rimando ai locali di vecchie fabbriche, in perfetto stile industrial.

Rame

Dettagli che fanno la differenza e abitazioni dal forte impatto, questo è ciò di cui il rame è capace. Un materiale scenografico, specialmente se utilizzato su intere pareti, per i camini o per inserire delle nicchie illuminate su rivestimenti scuri; queste soluzioni catalizzano l’attenzione, in quanto il rame cattura la luce e definisce gli spazi.

Può essere utilizzato per le maniglie o per le zoccolature e più in generale su tutti quegli elementi che compongono l’arredamento e che vorremmo evidenziare. Molto versatile, dunque,  il rame si presta in modo ottimale per essere speso in tutti gli ambienti, anche di stili differenti, dai più moderni a quelli retrò. La vera differenza la fa il modo in cui viene impiegato, se non si esagera, il rame porta un tocco di metallo che personalizza con carattere gli ambienti.

Materiali riciclabili

Design sempre più attento alle esigenze dell’ambiente: non più solo una moda, ma un vero e proprio intento di porsi sul mercato con una presa di coscienza diversa. Una sfida per interior designer e architetti, che sono chiamati a realizzare arredi e complementi dall’estetica accattivanti, ma anche attenti all’ecologia.

Se si vuole costruire un’abitazione eco-friendly la scelta dei materiali sarà fondamentale: dalle piastrelle in ceramica fino alle lampade al led. Piccoli elementi o intere zone della casa, si può intervenire in moltissimi modi per renderla più “green”.

Sul mercato è possibile trovare prodotti tecnologicamente avanzati, ma di design e riciclabili al 100%. L’uso di vetro e alluminio, ad esempio, dà la possibilità di vivere in un ambiente quasi eterno, grazie alla fattura altamente resistente di queste materie. Un nuovo anno che inizia con ottimi propositi in fatto di ecosostenibilità anche nell’arredamento.

© Riproduzione riservata