Pubblicità
Pubblicità

Una dimora dialoga con il paesaggio

di Daniele Beringher

Una dimora dialoga con il paesaggio
Foto di Filippo Molena

Il General Contractor veronese Tecnostile, in collaborazione con lo studio di progettazione integrata xzlab., ha realizzato una villa contemporanea che si inserisce con armonia nel contesto naturale dell’entroterra del Lago di Garda

Il Lago di Garda, che dalle colline di origine morenica nel confine tra Veneto e Lombardia si insinua nelle Prealpi Gardesane, costituisce da sempre una grande attrazione turistica. Ogni anno sono migliaia i villeggianti che raggiungono le rive di questo specchio d’acqua, che assomiglia al mare, per godere delle sue numerose attrattive. Proprio per sfruttare il “potenziale” turistico di questo incantevole angolo del Nord Italia, un imprenditore tedesco ha deciso nel 2019 di investire nella realizzazione di una struttura residenziale che potesse essere affittata per brevi periodi. Situata nelle colline dell’entroterra di Lazise, la villa è circondata da ulivi secolari e vigneti vocati al Bardolino.

Una dimora dialoga con il paesaggio
Foto di Filippo Molena

Il progetto ha affrontato una sfida: realizzare un edificio di stile “contemporaneo”, massimizzare il numero dei posti letto, offrire alla clientela i migliori standard di comfort per un soggiorno di qualità, ma soprattutto integrare al meglio una nuova costruzione in un contesto naturalistico di pregio Ad affiancare xzlab., curando sia la fase progettuale sia quella realizzativa, il General Contractor veronese Tecnostile, società alla quale il cliente si era già affidato in passato per la ristrutturazione di una villa adiacente alla nuova realizzazione. Tecnostile ha accompagnato il cliente nella definizione di ogni scelta architettonica, impiantistica ed estetica, rendendolo partecipe e nel contempo artefice del suo progetto di investimento. Caratterizzata da una struttura con pareti e solai in calcestruzzo armato, l’abitazione si sviluppa su tre piani: uno interrato e due fuori terra. Al piano interrato sono collocati un’autorimessa, due camere da letto, un bagno, una taverna con cucina, un locale tecnico dove trovano posto tutte le apparecchiature per la gestione dell’impianto meccanico ed elettrico, e un locale tecnico per la piscina. Al piano terra, un grande soggiorno accoglie l’ospite.

Una dimora dialoga con il paesaggio
Foto di Filippo Molena

Qui, due aperture con un’ampiezza di oltre 4,5 m, tra loro speculari offrono a oriente la vista sulle colline della Valpolicella, mentre a ovest il panorama del lago si specchia sull’acqua della piscina. Sempre al piano terra, si trovano due camere da letto di cui una con bagno privato, un altro servizio igienico e la cucina. All’esterno, attraversando una grande superficie pavimentata in gres, si accede con pochi scalini alla piscina. Al primo piano è stata realizzata una suite di grandi dimensioni con un bagno privato e una camera da letto da cui si accede alla terrazza panoramica che regala una vista mozzafiato su tutto il territorio circostante. Particolare attenzione è stata posta alle tecnologie e alle soluzioni di isolamento termico e di approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili. Un cappotto termico esterno da 14 cm, l’isolamento delle coperture e le contro pareti in cartongesso interne con pannello di lana di roccia, concorrono a isolare in modo adeguato l’involucro. Un sistema a pompa di calore coadiuvato da un impianto fotovoltaico e da un impianto solare, produce l’acqua calda per l’impianto sanitario e per il riscaldamento a pavimento.

Articolo pubblicato su Ville&Casali di Maggio 2023

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

www.tecnostile.com

xzlab.it

© Riproduzione riservata.