fbpx
24 Maggio 2019
Ville&Casali
Interni

Dipingere le pareti di casa e sperimentare texture creative

Parola d’ordine nelle vernici decorative è la matericità. Via libera senza dubbio alle nuance tenui e chiare, quindi a tutti i toni del tortora, beige e cipria; ma oggi non manca spazio per chi vuole osare. Come segnalano dall’azienda CAP Arreghini, si può puntare anche a risultati più marcati, come l’effetto coccodrillo o legno, o a diverse declinazioni del richiamo della pietra: spaccata, calcarea, salentina, screziata.

La scelta è ampia e dipende dal gusto personale e dallo stile della casa, ma secondo Christian Geier, direttore marketing di RÖFIX, scegliere una pittura decorativa vuol dire raccontare qualcosa.

Le emozioni si possono incanalare in forme d’arte diverse e noi permettiamo ai creativi di esprimerle attraverso una gamma di pitture che abbiamo curato per renderla “kreativ” a tutto tondo, spaziando dalle texture e dai decorativi fino alle infinite tinte disponibili.

Infine, i colori possono diventare anche «messaggi di positività per il nuovo anno», come Luce-19 di Cromology, il cui intenso ocra disponibile a sistema tintometrico, come afferma Maria Grazia Russo, responsabile Comunicazione Corporate di Cromology, «auspica un futuro colmo di luce ed energia.

Ecco 6 esempi di vernici per dipingere le pareti in modo creativo e “positivo”.

1. Novacolor

Elegante e suggestiva, la texture Metallo_Fuso contaminata con CalceCruda crea atmosfere arabeggianti dai toni industriali. Il rivestimento decorativo minerale a base di calce e argilla riduce la concentrazione di formaldeide presente nell’aria.

2. RÖFIX

Tramite il decor e la texture, Kreativ crea sensazioni tattili e acquisisce tridimensionalità. La matericità della vernice può dar vita a effetti potenzialmente infiniti sulla base della visione creativa del progettista.

3. CAP Arreghini

Grazie ai pigmenti metallizzati e alle cariche speciali, Calipso chic crea un effetto perlescente metallizzato luccicante. L’aspetto ruvido al tatto conferisce alle pareti una finitura rustica e caratterizza i giochi di luci e colori.

4. FASSA BORTOLO

Sfide d’arte è la linea che offre tinte neutre dalle finiture minimali, ma anche accese ed eccentriche. La parete così trattata acquisisce un effetto materico, dal travertino al marmorino, dal cemento all’effetto graffio.

5. MAXMEYER

La collezione Atypic consente un’ampia possibilità di disegno, così da permettere a ogni progettista di conferire alle pareti un aspetto unico e molto personale. Vanity è la vernice dal particolare effetto metallico e luminescente.

6. SAN MARCO

L’Effetto Fusione è caratterizzato dal sapiente uso del frattazzo in acciaio che consente di creare atmosfere moderne e contemporanee. La parete è decorata con forte matericità industriale, ma ammorbidita da un’estetica che si ispira alla setosità delle stoffe.

Indirizzario Web:

Approfondimenti:

Qual è il colore del 2019? Leggi Il colore del 2019 è il Living Coral