Vino da record quello di Francesco Moser


Il campione Francesco Moser ha una propensione al successo e dopo aver raggiunto record mondiali sulla sua due ruote, raccoglie successi grazie al suo suo vino da record, premiati anche da Bibenda.

Dal record ciclistico al vino pluripremiato: 51,151. È il numero dei chilometri del record dell’ora ottenuto dal grandissimo Francesco Moser a Città del Messico nel 1984.

Ed è anche il nome del vino di punta dell’azienda vitivinicola del nostro campione: “51,151 Trento doc Brut”, il metodo classico premiato da Bibenda con i 5 grappoli, seguito da un altro recente riconoscimento, le 5 sfere di Sparkle – cucine&vini, solo per citare i più recenti.

Vino da recordUn successo meritatissimo vista la geniale idea di realizzare nel 2014 un’edizione speciale del 51,151 dedicata ai trent’anni del famoso record orario.

Il vino da record del campione

Tutto orgogliosamente “made in Italy”. Un Trento doc, quindi prodotto col metodo classico, che prevede la rifermentazione in bottiglia, come per gli champagne, uvaggio Chardonnay e Pinot Nero con una permanenza sui lieviti di trentasei mesi.

Lo produciamo con uve che coltiviamo nei nostri terreni sulle colline di Trento e in valle di Cembra”, precisa il campione.

La famiglia Moser da tre generazioni lavora la terra, coltiva i propri vigneti e vinifica le proprie uve in armonia con il territorio di origine, il Trentino.

L’azienda si trova sulle colline di Trento in un piccolo borgo storico che risale al 1300, circondato da uno splendido anfiteatro di vigneti. Qui si trovano la maggior parte dei vigneti e la cantina dove vengono vinificati i vini bianchi e il Trentodoc.

La famiglia di Francesco, dunque, ha sempre avuto dei vigneti e il papà ha lavorato in campagna dai quattordici anni fino ai diciotto, quando ha iniziato a gareggiare grazie alla bici regalatagli da un suo fratello ciclista.

Nel 1977 con il fratello Diego hanno deciso di produrre le prime bottiglie. Ora l’azienda è curata da figli Francesca e Carlo, assieme al cugino Matteo, enologo.

 

 

 

A cura di Maria Paola Gianni

Foto di Cantine Moser

© RIPRODUZIONE RISERVATA