Come scegliere la consolle del soggiorno


La consolle è uno dei complementi d’arredo più funzionali che possediamo in casa. Non ha una vera e propria collocazione ideale, ma è generalmente posta all’ingresso delle abitazioni. Questo piccolo tavolino ha un peculiare design che indica la sua funzione principale. Tutte le consolle hanno una forma stretta e lunga e uno dei lati è pensato proprio per essere poggiato al muro. Un piano d’appoggio, dunque, appena varcata la soglia di casa, utile per posare tutti quegli oggetti che ci riempiono le taschine interne delle borse, delle giacche, o dei jeans e che, con la vita frenetica che siamo ormai abituati a svolgere quotidianamente, passeremmo ore a cercare nel caso dovessimo cambiargli posto: le chiavi di casa e quelle della macchina, il portafogli, gli occhiali da sole, o anche semplicemente le monete sparse nelle tasche, tutto finisce sulla consolle dell’ingresso appena rientriamo a casa.

 

La varietà di utilizzo

consolle

 

In commercio si sono sviluppate, negli anni, diverse soluzioni di design per le consolle. Sono state create numerose varianti trasformabili, che possono addirittura diventare dei veri e propri tavoli da pranzo allungabili. Questo oggetto quindi, con il tempo, si è evoluto, diventando un complemento d’arredo che si adatta pefettamente agli spazi più stetti, ma che, all’occorrenza, può soddisfare differenti esigenze, a seconda del contesto e della necessità. La consolle è l’ideale per chi abita in un monolocale, ma non vuole rinunciare a organizzare cene e feste con gli amici, perché la sua propria versatilità lo rende facilmente utilizzabile in ogni ambiente. Questi modelli trasformabili si trovano per lo più in legno, per tutti gli altri casi, invece, i materiali utilizzati sono molti e presentano tutti versioni interessanti. Le consolle in vetro, ad esempio si trovano lisce, con forme minimali, colorate, o con decori floreali, o ancora, specchiate. Un’alternativa al vetro e al plexiglass, potrebbe essere il metallo, o una consolle dalla struttura in acciaio cromato e il piano in cristallo, in cuoio o in legno. La cosa fondamentale è che la scelta ricada sempre su qualcosa che si integri con il resto dell’arredamento della casa. 

 

La scelta giusta

consolle soggiorno

La consolle dovrà essere posizionata in casa, seguendo anche l’architettura e la gradevolezza estetica generale dell’ambiente. Ecco, dunque qualche accorgimento che può tornare utile nella scelta di una consolle:

 

  1. il vetro e la luminosità. Per chi voglia portare in salotto, o nell’ingresso dell’abitazione una luce che rifletta dall’esterno e illumini la stanza, la soluzione migliore è orientarsi su una consolle in vetro. Spazio alla creatività, dunque, perché questo specifico complemento si trova in commercio nei design più disparati e i giochi di forme daranno tutto un altro gusto alla stanza. Il vetro, a livello ottico, tende a rendere meno pesante la presenza di altri mobili, o di un elemento scuro nell’arredamento;

 

  1. il legno e l’antiquariato. Come già detto, la consolle è un elemento che può abbinarsi a diversi gusti di arredo e per chi ama concentrarsi sulla cura dei dettagli, è possibile trovare sul mercato consolle con molti dettagli barocchi che possono essere affiancati a specchi dalle dimensioni e dalla cornice importante. Se si abbia intenzione di inserire questo complemento nel soggiorno, una buona scelta potrebbe essere quella di mantenersi su uno stile più classico ed elegante, scegliendone una realizzata artigianalmente;

 

  1. dettagli vintage. Lo stile vittoriano è molto in voga nelle camere da letto, in cui la consolle può diventare anche un piccolo scrittoio dotato di cassetti, o di ripiani in cui custodire agende e documenti. Se, invece, viene aggiunto uno specchio, la consolle può diventare una toletta su cui poggiare cosmetici e tutto ciò che è necessario per la cura del corpo. In questo caso, la scelta di una consolle in stile retrò, si rivelerà perfetta.

 

Come abbinare gli accessori

consolle salotto

 

Ogni materiale vuole il suo abbinamento ad hoc. Alle consolle di vetro o di plexiglass si possono accostare materiali altrettanto essenziali come degli attaccapanni in acciaio, caratterizzati, possibilmente, anche questi da forme minimali. Anche le lampade, o le abat-jour possono creare un’atmosfera interessante, aggiungendo un tocco di stile al ripiano, a seconda del materiale della lampada stessa e al tipo di luce scelta. Si può anche pensare di stendervi sotto un tappeto dalle fantasie geometriche che mettano in risalto, senza stonare, la semplicità del design del complemento. Infine, scegliendo di inserire la consolle nel soggiorno, una buona soluzione potrebbe essere posarvi sopra un vaso colorato o un cesto di frutta che renderà l’arredamento più colorato e vivace.