Monferrato: la strade del vino

di Redazione Ville&Casali

Monferrato

Il paesaggio del Monferrato, che vede l’alternanza fra vigne, campi, boschi e prati, comprese molte tartufaie specializzate, è definito da un crescendo di filari sulle marne e sui tufi della storia. Qui è una festa la primavera e un trionfo l’autunno, ma tutte le stagioni hanno una chiave di lettura particolare. L’itinerario della Strada del Vino disegna quattro aree tematiche, attraverso cui il visitatore può conoscere e “gustare” i prodotti tipici, la natura, la storia e “l’anima” del Monferrato Astigiano: Colline Alfieri, Percorso del Romanico, Terre dei Santi, Terre d’Aleramo. Percorrendo queste strade, si ha la possibilità di incontrare esempi di viticoltura ed enologia di pregio, affidata a vitigni autoctoni.

Fino agli anni ’60 la viticoltura è stata diffusa in modo uniforme sul territorio, di cui rappresentava il settore trainante; negli ultimi anni si è consolidata in alcune zone particolarmente vocate, anche se la quasi totalità dei Comuni è inserita nei disciplinari di almeno una Denominazione di Origine.

Meraviglie del Monferrato

Al di là delle altre denominazioni, non esclusive di questo territorio, cioè Barbera d’Asti e Barbera del Monferrato, altre DOC come Grignolino d’Asti e Freisa d’Asti qui si sviluppano su terre che ne garantiscono l’assoluta tipicità. Altre 6 DOC sono esclusive del Monferrato Astigiano: Alfieri, la neonata DOC legata al bianco ed aromatico Arneis; Cisterna d’Asti da uve Croatina (chiamate Bonarda in zona); Albugnano, vino ebbiolo di antica tradizione e di recente riconoscimento, Ruchè di Castagnole Monferrato (una rarità che sta ottenendo grande sviluppo) nato originariamente per essere vino da bottiglia speciale per il fuoripasto o per la conclusione molto personalizzata di un menu. Infine le due Malvasie, di Casorzo e di Castelnuovo Don Bosco, vini rossi aromatici di ridotte dimensioni, ma ricchissimi di carattere e di particolarità.

 

 

Pubblicità

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Atmosfere rural-chic

L’interior designer Gian Paolo Guerra elabora lo stile...

vivere in un fienile

Vivere in un fienile trasformato in una dimora da sogno

Un edificio in pietra e sassi, tipico delle Langhe, ris...

Puglia contemporanea

L’intervento di restyling dell’arch. Giuseppe Milizia...

Una villa racchiusa in un colpo d’occhio

Ristrutturata dall’architetto Stefano Dorata con la co...

Un casale aperto alla natura

A Città della Pieve, un antico fabbricato è diventato...

Ville&Casali su Instagram