Pubblicità
Pubblicità

La cultura di Piero Lissoni

di Veronica Balutto

Architetto e designer, Piero Lissoni, nel 1986 fonda Lissoni Associati, oggi, uno studio dinamico e propositivo nel quale operano più di 70 persone a Milano e 15 a New York, con progetti di design in tutto il mondo: dall’interior all’immagine coordinata, dagli showroom alle imbarcazioni, dai complementi d’arredo alla segnaletica.

Al recente salone del mobile di Milano, la firma Lissoni è stata associata alle aziende più note nel settore dell’arredamento e design: Alpi, B&B, Boffi, De Padova, Glas Italia, Knoll, Lema, Living Divani e Porro, solo per citarne alcune.

Piero Lissoni racconta a Ville&Casali il suo approccio umanistico e di profonda cultura nei confronti del progetto:

[penci_blockquote style=”style-2″ align=”none” author=”Piero Lissoni”]Le mie ispirazioni vengono da quello che potremmo definire, in linea generale, la vita. La vita tiene dentro tante cose: la letteratura, la poesia, la fotografia, il cinema, il cibo, i viaggi, gli odori, i vestiti… le ragazze… È impossibile per me scegliere una serie di riferimenti quando faccio un progetto. Non è da lì che comincio: uso una matrice di grandissima complessità, quindi prendo in considerazione mondi tra di loro diversissimi e poi, via via, questa complessità viene scremata e alcune volte può diventare un progetto. Ma, e di questo ne vado molto fiero, è una questione di cultura.[/penci_blockquote]

Legato alla tradizione, l’architetto immagina la sua casa del futuro:

[penci_blockquote style=”style-2″ align=”none” author=”Piero Lissoni”]Uguale a quella in cui abito oggi: con gli stessi libri, le lampade, la collezione di oggetti e anche gli stessi errori! Magari, con qualcosa di elettronico un pochino più intelligente. Ma non rinuncerò mai a nessuno dei miei Revox in cambio di un box di memoria elettronica. Mai.[/penci_blockquote]

Spesso definito minimalista, Lissoni non sente di appartenere a questo stile e spiega:

[penci_blockquote style=”style-2″ align=”none” author=”Piero Lissoni”]Penso di essere abbastanza legato a un modello di semplicità generale, all’interno del quale cerco di essere il più coerente possibile. Di tanto in tanto, all’interno di questo modello di coerenza, mi piace inserire degli errori: questo, alcune volte, genera una sorta di linguaggio più elegante.[/penci_blockquote]

Uno stile, quello di Lissoni con un messaggio molto preciso che così definisce:

[penci_blockquote style=”style-2″ align=”none” author=”Piero Lissoni”]Fare design è un mestiere, è una professione, un lavoro con molta disciplina e tantissima curiosità. E, come ultimo, tantissima responsabilità. Niente di più.[/penci_blockquote]

Ma, è proprio quel di più la sua parte di eccellenza, difficile da raggiungere per tutti.

Approfondimenti:

Vuoi approfondire la conoscenza di altri designer che hanno segnato la storia? Leggi Vintage d’Autore: Marco Zanuso

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Scopri come abbonarti

1 anno a soli 33,00 €

Partner

I più letti

Una villa racchiusa in un colpo d’occhio

Ristrutturata dall’architetto Stefano Dorata con la co...

Cinque fiori profumati da piantare in aprile

Il grigiore dell'inverno è ormai solo un ricordo: la pr...

Country chic nel cuore del Monferrato

A Costigliole d’Asti, una dimora con origini che risal...

Arredi esclusivi in Toscana

Un itinerario che parte da Firenze, la culla della cul...

casale ristrutturato umbria

Design in un casale ristrutturato tra gli ulivi

A cinque minuti dalla città di Perugia, dopo aver varca...

Ville&Casali su Instagram