Una cucina sospesa nel tempo a Ostuni

di Eleonora Bosco

Una cucina sospesa nel tempo a Ostuni

Già la posizione è un privilegio per questa casa antica del 1886 nata tra distese verdeggianti di ulivi secolari e scorci di campagna, a due passi dal bianco e fascinoso centro storico di Ostuni, tra i più belli della Puglia.

Pubblicità

La giovane coppia con figli che l’ha recentemente acquistata si è affidata, per gli interventi di ristrutturazione degli ambienti interni, allo studio di architettura Flore & Venezia, specializzato in progettazione residenziale e recupero architettonico di masserie e trulli.

L’obiettivo, fin da subito, era quello di rendere la cucina  uno spazio essenziale che valorizzasse le particolarità architettoniche della stanza e dei materiali ma, allo stesso tempo, contenesse tecnologie di ultima generazione.

Una cucina sospesa nel tempo a Ostuni

La prima sensazione, appena entrati, è di trovarsi in uno spazio sospeso tra antico e moderno; l’eleganza delle linee contemporanee si confronta costantemente con affascinanti elementi legati alla tradizione. In particolare, una bellissima volta a padiglione affrescata impreziosisce l’ambiente cucina, cuore di convivialità familiare e punto di raccordo tra il living e la cucina.

[penci_blockquote style=”style-2″ align=”none” author=”Rosanna Venezia, progettista”]La cucina è stata concepita non solo come luogo funzionale di preparazione ma anche come eccezionale punto scenografico, capace di unire arte culinaria e architettura classica.[/penci_blockquote]

Una cucina sospesa nel tempo a Ostuni

© Riproduzione riservata.