Ad Assisi è di moda il casale con ulivi

di Alessandro Luongo

Ad Assisi è di moda il casale con ulivi
Una vista panoramica della città di Assisi con al centro la Basilica

L’offerta scarseggia soprattutto per la mancanza di terreni sufficientemente ampi per produrre uno degli oli più buoni al mondo

“L’olio e il vino sono elementi di grande appeal per il mercato immobiliare turistico – spiega a Ville&Casali Luca Giovannelli, titolare di Casaitalia –; sempre più numerosi sono difatti i potenziali acquirenti di un casale con un po’ di uliveto per produrre l’olio da regalare anche agli amici. Chi compra, in prevalenza gli stranieri, vogliono stare a contatto con gli italiani, in un centro dove integrarsi con la comunità. In particolare a Spoleto, Trevi, Spello”.

Pubblicità
Ad Assisi è di moda il casale con ulivi
Un’immagine del castello di Pissignano

Il mercato della seconda casa nella fascia olivata da Spoleto ad Assisi, è dunque dominato da acquirenti stranieri, nord europei, in particolare, ma anche statunitensi. “In genere utilizzano il bene un paio di mesi l’anno e lo danno poi in gestione a noi per il resto del tempo. Il problema è che iniziano a scarseggiare gli immobili di qualità, in posizione collinare, con vista spettacolare sulla campagna, in un contesto intatto (senza pali della luce, fabbricati industriali, etc), a 15-20 minuti al massimo da un centro storico e dai servizi, e un’ora e trenta dall’aeroporto”…

Articolo pubblicato su Ville&Casali di Ottobre 2023

Continua a leggere sul portale immobiliare

© Riproduzione riservata.