Pubblicità
Pubblicità

Morbide geometrie in una cava antica

di Eleonora Bosco

Morbide geometrie in una cava antica
Foto di Andrea Rum

A Carmignano, i paesaggisti Alberto Giuntoli e Silvia Bellesi hanno realizzato un giardino condiviso da due famiglie, in cui l’arte topiaria si fonde con la naturalezza di graminacee e specie fiorite

L’idea di base mirava essenzialmente a comporre gli spazi esterni in modo da far dialogare le ville dei due fratelli imprenditori, proprietari del terreno” racconta a Ville&Casali il paesaggista Alberto Giuntoli che, insieme a Silvia Bellesi, sono i titolari dello studio di progettazione Bellesi Giuntoli di Firenze. “Era necessario creare armonia ed equilibrio tra le varie parti del giardino – continua il progettista – tenendo sempre in considerazione sia gli aspetti funzionali di un vivere quotidiano che quelli paesaggistici, legati inevitabilmente al contesto territoriale”.

Morbide geometrie in una cava antica
Una veduta delle bordure più vicino alla casa, caratterizzate da molte varietà tra cui cipressi, Buxus sempervirens e Verbena bonariensis

L’appezzamento, infatti, sorge a Carmignano, alle pendici del Masso della Gonfolina, vicino al fiume Arno, in una zona chiamata le Cave, proprio per la presenza di un’importante cava di pietra serena, dismessa nel secondo dopoguerra. Ampi boschi di latifoglie hanno ricoperto nel tempo gran parte della superficie, trasformando le aree di estrazione in lotti privati. Il giardino, che occupa una superficie di circa 4000 mq, ricade proprio in uno di questi spazi…

Articolo pubblicato su Ville&Casali di Novembre 2022

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

www.studiobellesi.com

© Riproduzione riservata.