15 dicembre 2018
Ville&Casali
Esterni Marche Progetto Giardino

Spontaneo con brio: un giardino con vista sui colli di Urbino

Non vi sono balaustre o ringhiere a interrompere il verde di questo bel giardino sui colli di Urbino, antica capitale del ducato montefeltresco. L’affaccio è libero e la vista è stupenda: una proprietà di circa due ettari con un bosco incantato al proprio interno. Il giardino progettato è di circa 2000 mq ed è stato ideato, su richiesta dei proprietari, dallo studio di architettura del paesaggio marchigiano Landesign.

Incorniciare il paesaggio dei colli di Urbino

“Lo spazio verde era il paesaggio, dovevamo solo incorniciarlo con molta cautela per non rompere l’equilibrio con la parte intorno”, racconta l’architetto Sabina Filippi. Filippi è tra i soci fondatori dello studio e si occupa da molti anni, insieme al suo team, sia di interventi su ampia scala che di progettazioni di piccoli giardini (informazioni a questo link ).

L’intervento sul verde era il completamento di un disegno progettuale più esteso che comprendeva, in un primo momento, la ristrutturazione totale dell’abitazione, ridotta a un rudere. La giovane famiglia proprietaria della dimora, dopo attenti studi sulla sua storia, aveva un preciso obiettivo: demolire e ricostruire fedelmente la struttura e la piccola chiesa che vi era accanto, risalenti al 1500. Era fondamentale che si riuscisse a mantenere viva l’anima del luogo e il suo legame con le meravigliose colline che il territorio offriva. Da qui la conseguente decisione di plasmare anche lo spazio esterno con leggerezza e semplicità, come se fosse sul punto di ritornare alla natura da un momento all’altro.

Materiali di recupero e tecniche non invasive

“Abbiamo seguito alcune precise richieste” spiega la progettista Filippi. “La prima era senz’altro quella di garantire la visibilità dell’abitazione e del suo verde sin dal cancello. Non dovevano esistere chiusure. La seconda era realizzare il vialetto di accesso alla casa, inghiaiato come era un tempo invece che prevedere un percorso pavimentato. E infine siamo intervenuti, con la collaborazione dell’azienda I Giardinieri srl della provincia di Fermo, per ripristinare molti punti del terreno franati, applicando anche tecniche ingegneristiche non invasive”.

La maggior parte dei materiali impiegati dallo studio Landesign per il giardino con vista sui colli di Urbino, sono materiali di recupero. Dopo quattro anni di lavoro, il risultato è sorprendente. Regna ovunque un’esaltante profusione di essenze armoniosamente controllate e un bellissimo albero di mandorlo conservato pone l’accento sulla piscina, costruita appena un anno fa. Qui, originali combinazioni di pavimentazione con materiali e colori differenti esaltano le linee dello specchio d’acqua. Una delicata pietra arenaria locale che richiama le tonalità della casa si raccorda a un legno esotico e a un pietra bianca di Trani a finitura bocciardata, che sottolinea le curvature naturali della vegetazione.

Un giardino sempre fiorito

Nel giardino con vista sui colli di Urbino, angoli intimi e accoglienti sono stati ripensati per offrire una sosta gradevole e poter godere di qualche momento di relax. Un esempio è la zona da pranzo esterna in cui un bel tavolo firmato Nardi, azienda italiana specializzata nell’outdoor, è il protagonista.


Uno dei colori dominanti del giardino è certamente il giallo dorato, tonalità tra le più comuni in natura. Ma anche il rosa, il bianco e il viola di eleganti lavande disposte in bordure miste, che garantiscono la scalarità della fioritura dalla primavera all’autunno. Le specie vegetali, come le graminacee ornamentali accanto alla piscina, sono state scelte nell’azienda vivaistica Balsamini di Urbino e hanno un portamento molto basso. Ciò permette di non offuscare la vista del paesaggio circostante lasciando che il giardino diventi un prolungamento della natura.
(ph Wilson Santinelli)

Approfondimenti:
Ami le colline marchigiane? Leggi Un giardino a stanze nelle Marche.
Cerchi ispirazione per arredare il giardino? Qui qualche consiglio.

Altre letture consigliate

Giardinaggio autunnale: come prepararsi all’inverno

Giorgia

Rinnovare casa e giardino? I libri giusti per cominciare

Ludovica Amici

Un giardino moderno unisce tradizione e geometrie

Sara Perro