15 dicembre 2018
Ville&Casali
Brand Esterno Brand Gardening

Fantasia e relax: un giardino a misura di ogni desiderio

«Si hortum in bibliotheca habes, deerit nihil»: se avrai un giardino presso la biblioteca, niente mancherà. Questo diceva Marco Tullio Cicerone, poco più di duemila anni fa. La bellezza rinfrancante del verde era allora come oggi un beneficio per gli occhi e la mente, un angolo ameno in cui trascorrere parentesi di tranquillità e quiete.


Nonostante il trascorrere delle epoche, questa sensazione e il bisogno di pace che tutti sentiamo non sono cambiati poi molto. Che si abiti in pianura con un piccolo lembo verde dietro casa, in aperta campagna con un vasto appezzamento che corre tutto intorno all’edificio, che si viva in città e s’abbia la fortuna di avere a disposizione una corte condominiale o in montagna di fronte ad un orto con qualche pianta e qualche albero da frutto, la cura di quella porzione di natura è un bene prezioso che gratifica l’anima e cancella lo stress della frenesia quotidiana.

Cinque generazioni di esperti per il giardino

Ettore Biacchi, con il suo brand Verdelook, offre il sostegno ideale alla creatività per il giardino.
Realtà attiva da oltre 120 anni nei settori degli articoli per il giardino, per la casa e per il fai da te, Verdelook mette a disposizione di chi ami il giardinaggio, l’orticultura, l’arredamento di interni ed esterni o semplicemente la creatività manuale, un’ampia gamma di soluzioni. Tutte selezionate sulla base di un’esperienza giunta ormai alla quinta generazione.

Per un vero salotto all’aperto

Ombrelloni, gazebo, amache e tende in grado di conferire all’ambiente esterno un’eleganza cucita su misura per ogni desiderio, dal ricercato all’essenziale. Per un risultato finale pratico ma raffinato.
Poltrone e lettini, solidi, pratici e pieghevoli, sono ottimi per il giardino ma perfettamente in linea anche con una pausa in terrazza, una puntatina in spiaggia o una gita fuori porta. Sedie, panche e tavoli per allestire l’ambiente in occasione di una cena tra amici, di una festa in famiglia, di un party affollato o, al contrario, di un pomeriggio di sole in cui si ricava un momento unicamente per sé, accarezzati dalla brezza di una sera d’estate.

Reti, fioriere, ricoveri attrezzi: tutto il necessario per il giardinaggio

Reti di vario materiale, dal polietilene ad alta intensità al polipropilene, dal metallo plastificato al fil di ferro zincato elettrosaldato, sinonimo di affidabilità e sicurezza in molti, diversi campi d’utilizzo. A seconda delle proprie esigenze, si avrà la possibilità di proteggere gli animali domestici o da cortile, recintare il perimetro del giardino o suddividere la proprietà in aree. Le reti sono adatte anche per la casa, per scongiurare qualunque pericolo applicandole a balconi e parapetti di terrazze.

Armadi per il ricovero degli attrezzi, recinzioni, casette tutti rigorosamente in legno impregnato in autoclave, più resistenti agli agenti atmosferici e agli attacchi di funghi e muffe, sono di certo l’ideale per impreziosire il tuo giardino con quel sapore autentico che mai passa di moda.
E ancora vasi e fioriere in argilla mista a fibra di vetro, prati erbosi sintetici, siepi decorative in poliestere e PVC che riproducono perfettamente la realtà del verde esterno. Per arredare un giardino da sogno viaggiando con la fantasia basta avere gli strumenti adatti: come quelli offerti da Verdelook.

Tutta la gamma di prodotti Verdelook è disponibile nei maggiori negozi di ferramenta e garden o nelle grandi catene Brico. In alternativa, si può andare diretti alla fonte, visitando la sede centrale di Roncadello di Casalmaggiore (CR), il cui spaccio aziendale è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 17. O ancora i negozi online selezionati indicati all’interno del sito aziendale www.verdelook.com.

Contenuto sponsorizzato

Altre letture consigliate

Sos gelo: 10 regole per proteggere le piante in terrazzo

Giorgia

Spontaneo con brio: un giardino con vista sui colli di Urbino

Eleonora Bosco

Giardinaggio autunnale: come prepararsi all’inverno

Giorgia