Allontanare le zanzare dal giardino in quattro mosse


Una fresca serata in giardino può diventare l’unico vero momento di tregua dalla calura dell’estate. Peccato però che a rovinare il relax ci siano sempre le solite, moleste zanzare. Nell’eterna guerra uomo-dittero si è in genere disposti a tutto. Ci si intossica di fumi di zampirone o ci si cosparge di repellenti che sono vere e proprie bombe chimiche, come quelli a base di dietiltoluamide, i cosiddetti Deet, efficaci ma non proprio un toccasana per la pelle.
Per tenere lontane le zanzare ci sono tuttavia una serie di metodi naturali. Posto che i rimedi miracolosi non esistono, con qualche accorgimento si può limitare il problema anche senza ricorrere alla chimica.

Gestione dell’acqua

Per prima cosa, l’acqua. Si sa che le zanzare la cercano per deporvi le uova: le larve, nei primi stadi di vita, hanno bisogno di acqua per sopravvivere e svilupparsi. È bene allora non lasciare acqua stagnante in nessun punto del giardino (o del terrazzo). Eliminarla dai sottovasi, dai secchi, dagli annaffiatoi, coprire gli eventuali bidoni utilizzati per la raccolta della pioggia e mettere delle reti anti-zanzare ai tombini.
Bisognerebbe poi limitare la frequenza delle irrigazioni e tagliare l’erba con una certa regolarità.

Piante anti-zanzare

Le zanzare non amano l’odore di alcune piante, che sono dunque dei repellenti naturali. Al momento di decidere quali piante mettere in giardino o sul terrazzo, si può dunque optare per alcune di queste specie:
Citronella e geranio, dai fiori ornamentali
Calendula, dai fiori e foglie ricchi di pireto, insetticida naturale
Elicriso, che ha bisogno di poca acqua e si adatta anche da ambienti siccitosi
Lantana, amata dalle farfalle e odiata dalle zanzare

Pipistrelli e altri predatori

È molto utile anche circondarsi di erbe e fiori che attirino i predatori delle zanzare, come uccelli insettivori, pipistrelli, lucertole, gechi, libellule e ragni.
Tra le specie indicate: la melissa, l’aglio, il basilico, il rosmarino, la lavanda, la menta piperita, l’erba gatta, la citronella e la calendula.

Oli essenziali

Per rafforzare l’effetto delle barriere vegetali contro le zanzare create in giardino o terrazzo, si possono utilizzare anche degli oli essenziali da cospargere sulla pelle. Con un po’ di pazienza, si possono preparare in cucina, oppure semplicemente acquistarli in erboristeria. Tra quelli più indicati: il classico olio di citronella, la lavanda, il limone, l’eucalipto, la menta piperita e l’olio essenziale di Tea Tree (o melaleuca).
Le essenze si possono anche diffondere nell’ambiente con appositi diffusori o con candele profumate.

© Riproduzione riservata