fbpx
12 Settembre 2019
Ville&Casali
Interni Primo Piano

Parquet certificato: 9 proposte di pavimenti

Impreziosire una casa con un parquet è una scelta frequente, e sono ormai molti coloro che si assicurano che il legno con cui è stato realizzato sia certificato. Sì, perché per essere sicuri di avere fatto una scelta sostenibile servono alcune garanzie. Si comincia dal «modo in cui i boschi sono stati gestiti, curati, tagliati, ripiantanti» spiega il segretario generale PEFC Italia, Antonio Brunori.

Ma affinché un’azienda possa vendere i propri prodotti con le certificazioni PEFC e FSC – le due principali organizzazioni mondiali che se ne occupano – è necessario certificare la catena di custodia (Chain of Custody, CoC). Quest’ultima, infatti, attesta che nessun legname proveniente da fonti controverse sia entrato nella catena dei prodotti dichiarati sostenibili. Impresa difficile? No, oggi in Italia sono quasi 820 mila gli ettari di foreste che rispettano questi criteri e le aziende che si sensibilizzano e ottengono la certificazione nel 2018 sono aumentate del 4 per cento.

Ecco 9 proposte di parquet certificati:

1 FIEMME 3000

La linea Boschi di Fiemme, qui nell’essenza Reale in rovere, passa attraverso fasi di lavorazione 100% biocompatibili, certificate PEFC e FSC. Come certificato dal CNR Invalsa è esente da sostanze nocive (metalli pesanti, radioattività, VOC nocivi e derivati del petrolio).

Visita il sito web di Fiemme 3000

Altre letture consigliate

Parquet naturali in stile contemporaneo

Redazione Ville&Casali

Palazzo del ‘900 ristrutturato con parquet a spina destra e sinistra

Redazione Ville&Casali

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Cecilia Toso