Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

di Cecilia Toso

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet
Come scegliere il pavimento in legno per casa tua

Accompagna da sempre l’architettura di interni, senza mai subire cali. Il pavimento in legno è intramontabile e oggi vive un momento di grande diffusione anche grazie alle sue caratteristiche tecniche, che permettono di distribuire il calore in maniera uniforme.

Pubblicità

«Scegliere questo tipo di pavimento è molto più che decidere di installare un parquet. Esso nasce prima di tutto come elemento di disegno progettuale. Un tempo si accompagnava, infatti, a una vera e propria progettazione e dunque si modellava maggiormente in base agli spazi: in un ambiente più piccolo con fascia e bindello a definirne il perimetro, in uno più ampio si allargava.»
Nicola Brembilla, architetto studio Hypnos

Oggi, invece, questo presupposto sta venendo meno, nonostante la ricca offerta di parquet delle aziende, i disegni disponibili e i progressi tecnologici nel campo delle finiture naturali, si assiste a una parziale standardizzazione delle richieste.

Spesso non si seleziona un parquet diverso a seconda delle stanze. Dimensione e utilizzo dello spazio possono invece aiutare a determinare la scelta, sia nel motivo, sia nella finitura. Una superficie non trattata sarà più adatta in un living o in una camera da letto, ma meno in un ingresso e in una cucina, molto più esposti all’umidità e all’acqua.

«Quando il parquet si ossida è difficile da recuperare. Le scelte più comuni sono la spina ungherese o il rovere in listoni diritti, mediamente larghi, più o meno spazzolati o desaturati attraverso vernici che abbassano i rischi di ossidazione.»
Nicola Brembilla, architetto studio Hypnos

Questa seconda opzione piace, è di facile posa, si allinea a un muro e si distribuisce più o meno uniformemente in tutte le stanze, per poter vivere in totale libertà la propria casa. Ma le infinite forme che può assumere il legno ci ricordano l’importanza della progettualità: per ogni ambiente una scelta, per valorizzarne al massimo le potenzialità.

Come scegliere il parquet ? Le essenze.

Le essenze per i pavimenti in legno sono moltissime: noce, ciliegio, melo, castagno, larice, frassino, olmo sono solo alcune.

Le tavole, più o meno larghe, possono proiettare lo sguardo fuori dalla stanza o “catturarlo” al suo interno; possono essere nuove oppure antiche e recuperate, o ancora impermeabilizzate per essere posate persino vicino a una vasca. Non esistono particolari barriere all’uso del pavimento in legno, purché si lasci spazio alla creatività e alla personalizzazione, affinché la casa sia in grado di esprimere calore ed eleganza.

1. Cadorin

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Nella collezione Listoni d’epoca, Quercia contorta è il tavolato di quercia selvatica europea dalle fibrature curvate. L’aspetto rustico e vissuto è dato dai grossi nodi, dalla finitura effetto calce che rende la superficie ruvida e dalla verniciatura finale marmo antico.

Cadorin

2. Fiemme3000

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

I Boschi di Fiemme hanno tavole a tre strati dalla robusta struttura e dalle importanti dimensioni. Nell’immagine, il modello argento: rovere a scelta tra nodoso, senza nodi e variegato. Il colore del legno trattato sprigiona vibrazioni metalliche.

Fiemme3000

3. Listone Giordano

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

La nuova collezione Conte firmata dall’architetto Alexander Brenner è sinonimo di incontro tra conoscenza del legno e interpretazione dello spazio. In Conte i formati rettangolari e quadrati creano sequenze fluide di forme.

Listone Giordano

4. Giant

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Il listone gigante realizzato in puro legno massiccio, è disponibile in 26 diverse specie lignee provenienti da tutto il mondo, impreziosite da una lavorazione artigianale. In foto, il legno esotico Doussié Africa, che con il suo cromatismo deciso è ideale sia in ambienti classici sia in spazi più contemporanei.

Giant

5. Unikolegno

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Il noce europeo, con l’alternanza di fibre più chiare e di altre più scure, si dimostra un’essenza di grado di esprimere grande eleganza. La lucentezza ne mette in risalto le venature e le tonalità. In foto, il modello LARGE.

Unikolegno

6. Lobis

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

I pavimenti LobiSTIL esaltano il legno, materiale vivo, caldo e di una bellezza senza tempo. Ogni parquet della collezione è unico, in omaggio alla diversità degli alberi e delle forme naturali. Si alternano assi di larghezze differenti e lunghezze decrescenti.

Lobis

7. I vassalletti

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Pavimento tradizionale in legno massello è formato da listoni controbilanciati in quercia antica, a misure variabili, con finitura decapata. Sono completamente levigati a mano da artigiani specializzati e finiti a olio e cera.

I vassalletti

8. Itlas

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Da dieci anni l’azienda veneta restituisce nobiltà al faggio della foresta del Cansiglio, situata tra Treviso, Belluno e Pordenone. Il pavimento Assi del Cansiglio è a tre strati ed è realizzato risparmiando CO2; un prodotto simbolo dell’eccellenza italiana.

Itlas

9. Bauwerk

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Il pavimento a due strati da incollo rappresenta un’ottima scelta: veloce, sostenibile, stabile e salubre. In caso di riscaldamento a terra, riduce il rischio di imbarcamento o fessurazione. In questo parquet il legno “nobile” è supportato da una base in abete o HDF.

Bauwerk

10. Bruno Parquet

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Lamparquet è formato da elementi monostrato, senza incastro, trafilati sui quattro lati per garantire il perfetto accostamento. Geometrie classiche o più elaborate creano un parquet che impreziosisce gli ambienti.

Bruno Parquet

11. Garbelotto

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

La spina destra e sinistra in legno posato è realizzata in rovere spazzolato. Termo trattato, la finitura esalta la matericità del legno grazie alla verniciatura a ciclo completo all’acqua che crea sulle tavole un effetto matt.

Il Garbelotto

12. Ravaioli legnami

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Per rivestimenti in esterno, il decking Bamboo Elegance garantisce durezza e stabilità con effetto invecchiato. Il trattamento termico brevettato al quale viene sottoposto rende il bambù resistente persino al fuoco.

Ravaioli Legnami

13. Corà parquet

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Continuum Floor è il rivestimento in legno di raffinato impatto utilizzabile sia per il pavimento sia per le pareti. Monocromatico o a più tinte è disponibile in 7 colori (finiture dal marrone al grigio al neutro).

Corà Parquet

14. Cp parquet

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

I parquet della linea Antico Asolo 3 strati, hanno legno spesso sia nella parte nobile a vista, sia nella controbilanciatura. Massima stabilità per grandi formati e per un pavimento di notevole impatto visivo.

Cp parquet

15. Palazzo Morelli

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Buontalenti è il parquet controbilanciato in quadrotte della collezione Old Masters. Ha uno strato nobile costituito da un intarsio di pregiate essenze di rovere, olmo, acero e noce nazionale. La finitura trasparente naturale lo rende adatto all’installazione in aree umide e ad alto calpestio. Personalizzabile anche nelle finiture.

Palazzo Morelli

16. Tavar

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Memento nasce dal recupero di legni centenari. In questo modo si crea un pavimento a tre strati unico che, attraverso i segni del tempo, racconta storie antiche. Passano gli anni ma si conferma la tradizione duratura del parquet. Nella foto, la spina italiana in rovere di recupero.

Tavar

17. Berti pavimenti legno

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Il modello Stockholm è un pavimento in legno composto da quadrotte predefinite in rovere, teak e resina rossa. Ogni tavola misura 60×60 cm. Nell’immagine, la finitura è liscia e verniciata opaca. Il disegno che compone è elegante e moderno, d’impatto ma senza togliere protagonismo ad altri elementi della stanza.

Berti pavimenti legno

18. Parquet in

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Nella collezione Old Chic in questo pavimento si alternano Paulette e Pauline. I primi si differenziano dai secondi per il motivo floreale al centro, ma entrambi sono in rovere chiaro e noce medio. Le tavole da 60×60 sono formate da due strati: massello da un centimetro e multistrato di betulla.

Parquet in

Approfondimenti:

Cucina e parquet è la soluzione giusta? Leggi La cucina in condivisione ruota attorno a un’isola

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti