fbpx
11 Ottobre 2019
Ville&Casali
Interni Primo Piano

Il fascino intramontabile del pavimento in cotto (a mano)

Fiamme che avvolgono occhi e ambiente, mani che scalpellano e battono mattonelle. Questa è la vera origine dei pavimenti in cotto, frutto di esperienza tramandata nei secoli.
Ne sono testimonianza le antiche fornaci in cui il lavoro è passato attraverso le generazioni, come nel caso della Fornace De Martino, a Rufoli (SA).

«L’origine si può far risalire tra il 932 e il 1032, grazie alla sua pianta quadrata, tipicamente romana», ma le prime notizie legate alla famiglia «si hanno a partire dal 10 agosto 1479, con un atto di vendita di coppi e tegole a un nobile della zona» racconta Daniele De Martino, rappresentante della sesta generazione.

Le produzioni del cotto per pavimenti si rifanno a diverse tradizioni.

L’azienda umbra I Maestri del Cotto, , per esempio, «segue fedelmente il metodo etrusco. L’argilla senese viene battuta manualmente in stampi di legno, rendendo unico ogni singolo manufatto».

Dopo l’essiccazione naturale delle mattonelle di cotto, avviene la cottura nel forno «alimentato con legna di castagno per cinque giorni, con temperature che superano i 1000 °C. La lenta progressione della fiamma è il segreto di un cotto resistente».

Pavimenti in cotto sempre diversi, grazie alle sfumature donate dalle fiamme.

1. MARO CRISTIANI

Disponibile in numerosi formati, dai più consolidati ai più originali, questo cotto si sposa con la tradizione toscana.

2. I MAESTRI DEL COTTO

Mattonelle fatte a mano e cotte a legna. Pavimenti e rivestimenti artigianali che hanno la loro origine nelle argille senesi e che vengono prodotti secondo il metodo etrusco. All’esterno, sono inattaccabili dal gelo.

3. PALAZZO MORELLI

Arlecchino è una superficie in terracotta, utilizzabile come pavimentazione o rivestimento. Realizzata a mano e cotta a legna, può essere impreziosita da inserti in marmi colorati per creare piacevoli contrasti.

4. FORNACE DE MARTINO

Cotto a legna in fornaci secolari la cui temperatura viene misurata in base al colore delle fiamme, questo pavimento in Cotto Rufoli “Mosaico Gallipoli” è composto da tre pezzi di grandi dimensioni. Anche il top della cucina è in cotto.

5. DOMENICO MORI

Creazione di cotti e argille lavorati interamente a mano, e recupero di antichi materiali. Pavimenti e rivestimenti personalizzati grazie ai diversi disegni e sfumature che questo prodotto riesce a garantire.

Indirizzario Web:

Approfondimenti:

Una zona living con pavimento in cotto? Leggi (e guarda) Una casa vintage alle pendici dell’Etna

Altre letture consigliate

Sfumature di Blu per arredare con stile

Claudia Schiera

Le geometrie del legno: come scegliere il parquet

Cecilia Toso

Paglia di Vienna, un ritorno in grande stile

Alessandro Macciò