fbpx
21 Agosto 2019
Ville&Casali
Cucina moderna
Interni

Cucina moderna al centro della casa

Ville&Casali pubblica due progetti di cucine che hanno vinto il Kitchen Design Contest dello scorso settembre svoltosi a Scottsdale, Arizona. Alla competizione organizzata dalla Sub-Zero and Wolf, industria leader nel mondo della refrigerazione e dei forni da cucina hanno partecipato 1700 designer ed architetti rappresenanti 48 stati americani e 16 altri Paesi.

Ecco la cucina realizzata da Dovide Secter, vincitore del Contemporary Award. Ecco il primo…

Una cucina moderna e magica

Dovide SecterQuesta cucina è il cuore di un’abitazione che funziona non solo come soggiorno per l’architetto Dovide Secter e la sua giovane famiglia, ma anche come ufficio e show room, nel quartiere River Heights di Winnipeg, Manitoba.

Quindi la cucina deve servire a molteplici scopi. Deve avere un’estetica moderna e minimalista per mostrare il senso del design dell’architetto; deve servire a cucinare e a realizzare uno spazio per intrattenere una famiglia un po’ allargata; deve consentire un accesso facile alla dispensa in modo che gli utensili per la cucina, i libri e anche i giocattoli dei bambini possano essere custoditi quando arrivano i clienti.

Il massimo dell’efficienza

Cucina modernaL’architetto Secter ha disegnato molti arredi per minimizzare la confusione e ottenere il massimo della funzionalità. Per esempio, un contenitore automatizzato è stato costruito al centro dell’isola, in modo che allo schiacciare di un pulsante si alza e mette a disposizione diversi piccoli elettrodomestici, mixer, frullatore, tritatutto. Il piano di copertura in pietra è idrorepellente. Un contenitore per la spazzatura si può aprire con i piedi mentre le mani sono impegnate. E, nascosta dietro ciò che sembra un muro adiacente la parete del forno e del frigo, si trova una grande dispensa, che conserva i cibi freschi e secchi che la famiglia usa spesso quando vengono preparati i pasti alla svelta.

 

“Nascondino” in cucina

Per questo motivo la cucina è stata battezzata “hide and seek”, nascosta e a vista. La grande capacità innovativa ha reso famoso l’architetto Dovide Secter e il suo studio, Secter Design. “Talvolta i componenti di arredo pronti non soddisfano i nostri clienti”, spiega l’architetto Secter. “Trovare un divano, un tavolo o un lampadario e adattarlo al progetto può rivelarsi un compito arduo. Per questo motivo disegniamo e produciamo grazie ad artigiani locali pezzi unici che si adattano perfettamente agli spazi disponibili”. Secter collabora con il padre Lloyd, un noto architetto di Winnipeg con oltre mezzo secolo di esperienza. Gli abbiamo chiesto: “Quali sfide ha dovuto affrontare nel realizzare la cucina Hide and Seek?” “C’erano due sfide principali”, risponde l’architetto. “ Primo, creare un spazio che fosse molto funzionale e che sembrasse incontaminato e tranquillo. Secondo, poiché la casa è stata costruita in un piccolo lotto abbiamo dovuto affrontare molte costrizioni. Creare un ambiente che sembrava dilatarsi sembrava difficile in un piccolo spazio. Ma siamo riusciti a realizzarlo, mantenendo il senso dell’open”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A cura di Enrico Morelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre letture consigliate

Catturare i colori della Sicilia: Giallo, verde salvia e blu

Chantal Hintze

La cucina secondo lo chef Alessandro Borghese

Maria Paola Gianni

La cucina in condivisione ruota attorno a un’isola

Giorgia Bollati