fbpx
24 Maggio 2019
Ville&Casali
cucina in montagna
Interni

Progetto cucina: felicità in montagna

Questa cucina ha vinto il Kitchen Design Contest dello scorso settembre svoltosi a Scottsdale, Arizona. Si tratta del secondo modello che presentiamo Alla competizione organizzata dalla Sub-Zero and Wolf, industria leader nel mondo della refrigerazione e dei forni da cucina hanno partecipato 1700 designer ed architetti rappresenanti 48 stati americani e 16 altri Paesi.

Questo progetto è stato realizzato dall’architetto Mikal Otten, vincitore del Transitional Award.

Cucina, felicità e atmosfera

cucina in montagna“Negli anni passati avevo presentato le cucine di Denver, tutte belle cucine bianche. Questa cucina è diversa”, spiega l’architetto Mikal Otten. Si trova a Vail, in Colorado, in un paesaggio naturale meraviglioso. La sfida è stata quella di creare un ambiente cucina che portasse dentro l’atmosfera naturale del luogo e si adattasse allo stile rilassato della famiglia del nostro cliente”. Oggi l’architetto Otten è sorpreso per essere stato giudicato vincitore da un panel di esperti del settore che ha ammirato per molti anni.

Una vittoria che viene da lontano

cucina in montagnaMikal Otten si è guadagnato la sua vittoria. Suo padre era un architetto di cucine nell’area di Minneapolis e da bambino lo ha visto lavorare per molte ore e con passione. “Una cosa che mi ha insegnato è quella di non essere mai soddifsatto.

Cosi ho sempre cercato di migliorare il livello dei miei progetti”. “Mio padre è di origini tedesche e quindi un super perfezionista”, precisa l’architetto.

“È stata dura confrontarsi con i suoi standard. Recentemente è venuto a trovarci e si è complimentato per il nostro showroom. Abbiamo discusso su come lavoriamo. Mi ha chiesto: “Che grado di rilievi fate in una casa”.

Ho risposto: “misuriamo fino a 1/16 di pollice”. E mi ha risposto: “Io ho sempre misurato 1/32 di pollice”.

Alta qualità e perfezionismo

cucina in montagnaIl perfezionismo del padre si tocca con mano nella cucina con la quale l’architetto Otten ha vinto la competizione di Sub Zero e Wolf Kitchen Design Contest denominata Mountain Bliss (Felicità in Montagna). Ma c’è dell’altro nel suo successo, egli aggiunge. “Quando un cliente è contento di te, vuole che lavori in tutti i suoi progetti. Cosi debbo fare una casa nella città di Denver, poi la casa di montagna e magari un’altra casa in campagna”. All’architetto Otten abbiamo chiesto, quali sono state le maggiori sfide di questo progetto. “Prima di tutto, ci ha risposto, il grande spazio della stanza ha richiesto un’attenzione speciale alle proporzioni. Cosi abbiamo creato nuove finestre che si elevano quasi 5 metri fino al tetto e fanno entrare tanta luce naturale oltre a creare una forte simbiosi con l’esterno. Poi abbiamo costruito una moderna cappa che sovrasta il forno Wolf da 48 pollici. All’opposto si trova un enorme camino in pietra, alto quasi sei metri che ci consente un magnifico equilibrio.”

Perché camuffare la dispensa?

“Desideravamo uno spazio per il relax della famiglia, con possibilità di muoversi liberamente. L’ingresso della dispensa camuffato elimina la congestione tra la cucina, la zona pranzo e la cantina”. È insolito vedere un’isola con linee curve.”Oggi tutto è pulito e angolare, in molte delle mie cucine. Pensando a come la famiglia avrebbe utilizzato lo spazio, il modo in cui si sarebbero rilassati e divertiti, l’isola angolare assumeva un senso”.

 

 

Altre letture consigliate

Catturare i colori della Sicilia: Giallo, verde salvia e blu

Chantal Hintze

La cucina secondo lo chef Alessandro Borghese

Maria Paola Gianni

È in edicola il numero di gennaio 2019 di Ville&Casali

Redazione