fbpx
9 Dicembre 2019
Ville&Casali
Dubrovnik
Primo Piano Reportage

Tutti a Dubrovnik per ammirare il regno di “Game of Thrones”

La città di Dubrovnik o Ragusa, appena 40mila abitanti, è considerata una delle più belle, tra quelle che si affacciano sul mar Adriatico. Da sempre tra le più turistiche della Croazia, è tappa di tutte le crociere che passano per la Dalmazia.

Dubrovnik

Da qualche anno il flusso di visitatori di Dubrovnik è aumentato moltissimo.

Persino troppo per la sua capienza e la sua capacità di accogliere turisti.

Uno dei motivi è Game of Thrones, la popolare serie fantasy di HBO girata in parte nella città.

Il nuovo sindaco, Mato Frankovi, ha annunciato recentemente un piano per ridurre a 4 mila al giorno il numero di persone che possono entrare nelle mura della città e spiega che perderanno soldi nei prossimi due anni, ma nel futuro guadagneranno molto di più.

A Dubrovnik hanno girato molte scene di Game of Thrones ambientate nella città di Approdo del Re, la capitale del fittizio regno della serie. In una delle scene più famose, conosciuta come “walk of shame”, una delle protagoniste è costretta a camminare nuda per le strette stradine che attraversano il centro storico.

La città, circondata da 1940 metri di spesse mura, va assaporata a piedi, lungo l’elegante Stradun. Circa due chilometri di fortificazioni racchiudono la Città Vecchia in un poligono irregolare costruito tra il XIV e il XVI secolo. Un gioiello di architettura militare unico e intatto.

Il clima a Dubrovnik è fantastico: mediterraneo, per lo più caldo e secco, preserva una temperatura media annuale di 18° C. La media di 2.600 ore di sole annuali ha permesso lo sviluppo di una grande varietà e abbondanza di meravigliosi sempreverdi mediterranei, pini e cipressi; insieme a oliveti, alberi da frutto e vigneti.

La città di Dubrovnik è un inestimabile patrimonio di vitigni autoctoni che coprono una vasta gamma di odori e sapori.

Cerco di produrre il vino che racconta il territorio da cui provengo. Lavoro nei vigneti collocati sui terrazzamenti delle colline che si affacciano sul mare Adriatico: non è tra le operazioni più facili, ma la nostra lunga tradizione di famiglia di ben dodici generazioni è la chiave del successo.

Marija Mrgudic´ Bura, titolare dell’azienda vitivinicola Bura-Mrgudic

Anto Ruskovic, capo dell’ufficio legale della Excelsa Nekretnine, società immobiliare e direttore della funivia che dal centro di Dubrovnik porta sul monte Sergio spiega che:

Il mercato immobiliare a Dubrovnik è in crescita: i prezzi di appartamenti e ville sono in continuo aumento.

Dubrovnik, dal 1979 patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, è una città con una storia complessa: ogni angolo racconta un’era, prima veneziana, poi barocca.

Passeggiando tra le vie della città, capita ancora di trovare i segni delle ristrutturazioni rese necessarie dopo la recente guerra che ha frantumato la Jugoslavia. Una città incrocio di storia e cultura: il Convento francescano dei Frati Minori ospita la Farmacia omonima, la terza più antica del mondo. Attiva dal 1317, propone ricette di balsami e unguenti che risalgono a più di duecento anni. Non si può lasciare la cittadina senza aver visitato l’Arboreto di Trsteno: costruito nella tenuta estiva della famiglia aristocratica Gucˇ etic´ (Gozze), è un monumento naturale protetto, famoso per la sua ricca e antica collezione di piante esotiche nel parco rinascimentale del 1502. Non è difficile incontrare, infine, lungo lo Stradun, celebrità, attori, atleti o musicisti famosi.

vie di dubrovnik

Dubrovnik accoglie spesso famiglie reali, habitué delle passeggiate in città, una volta ancorate le loro lussuose barche davanti alla romantica isola di Lokrum. Infine, il pesce freschissimo, proveniente dalle profondità dell’Adriatico insieme ai crostacei, i più buoni del mondo, accontentano i palati più esigenti.

Approfondimenti:

Se ti incuriosciscono anche le bellezze nostrane, leggi Viaggio nel cuore dell’Umbria: da Spoleto a Torgiano

Altre letture consigliate

Catturare i colori della Sicilia: Giallo, verde salvia e blu

Chantal Hintze

Territorio del Chianti: un mare di vigneti

Ilaria Proietti

In viaggio sul Treno del Foliage per una gita fuori porta

Giorgia Marino