fbpx
18 Aprile 2019
Ville&Casali
Country hotel Sicilia

Godersi la Sicilia agreste in baglio o in masseria

Per godersi appieno la Sicilia non basta il mare. Il cuore agreste di questa terra sorprendente e ricca di storia merita di essere scoperto e vissuto. Magari con una vacanza in agriturismo, soggiornando in una tipica masseria o in un baglio, la fattoria “a corte” diffusa nella Sicilia di epoca feudale.
Dalle pendici dell’Etna alla Valle dei Templi di Agrigento, fino alla punta occidentale dell’isola, nella riserva naturale di Monte Cofano. Ecco tre proposte per una vacanza immersi nella campagna mediterranea.

La tenuta Monaci delle Terre Nere

Più che una masseria, i Monaci delle Terre Nere è un vero e proprio “country boutique hotel”. Sulla costa orientale della Sicilia, fra Taormina e Catania, sorge in una grande tenuta alle pendici dell’Etna. Prati e vigneti circondano la villa, su un terreno di 24 ettari fra il vulcano e il mare. C’è anche una piscina, con vista sull’Etna, naturalmente.

La piscina nella tenuta Monaci delle Terre Nere

Masseria Agnello

A pochi minuti dalle bianche insenature di Scala dei Turchi e a poca distanza dalla Valle dei Templi di Agrigento, c’è l’ottocentesca Masseria Agnello. Un tempo feudo di una nobile famiglia, la struttura è stata restaurata mantenendo il fascino della Sicilia di fine Ottocento. Sui vecchi magazzini si aprono, al piano terra, la hall e l’area conviviale, dove si possono gustare vini e prodotti tipici locali. Intorno, un grande giardino coltivato in regime biologico, un’oasi mediterranea di palme nane, ulivi e carrubi, per passeggiate in pieno relax.

Masseria Agnello

Baglio Giammaccaro

A pochi chilometri da San Vito Lo Capo, nella Riserva Naturale di Monte Cofano sulla punta occidentale della Sicilia, si trova Baglio Giammaccaro. Il baglio è una sorta di masseria, ma con struttura “a corte” fortificata, che si diffuse in Sicilia fra il Cinquecento e il Settecento. Questo di Castelluzzo è stato restaurato rispettando la storia del luogo, e coniugando, con l’aiuto di artigiani locali, materiali tradizionali e rifiniture contemporanee. Nel giardino con vista sul mare, si possono utilizzare il barbecue e il tipico forno in pietra per cene indimenticabili immersi in vigneti e agrumeti. 

Baglio Giammaccaro

Altre letture consigliate

Il nero d’Avola che piace in Francia

Loredana Ficicchia

L’arte trionfa a Modica in un progetto di ristrutturazione

Marcella Guidi

Catturare i colori della Sicilia: Giallo, verde salvia e blu

Chantal Hintze