La Maremma rafforza il suo appeal

di Ludovica Amici

Un effetto insperato del Covid 19. In aumento richieste di ville e casali nel verde o sul mare. Boom di affitti a lungo termine, per ferie e lavoro

La Maremma ha tratto vantaggio dopo la pandemia dall’aumentata richiesta di case nel verde e con spazi indipendenti. Sia per le compravendite sia per la locazione, per la quale questa estate si registra un vero e proprio boom. Dopo un picco delle quotazioni immobiliari nel 2008, negli ultimi dieci anni si è verificato un calo dei prezzi del 35 per cento (in tutta la provincia di Grosseto, ma è la zona montana verso il Monte Amiata quella ad aver sofferto di più). E anche se quest’anno gli agenti immobiliari si aspettano un ulteriore piccolo calo dei prezzi, la previsione non vale per l’oggetto unico, sul mare o con accesso privato al mare, che mantiene il suo pregio e rappresenta l’oggetto del desiderio perfino per russi e cinesi. “Il lato positivo del lockdown per la pandemia è la riscoperta del valore dell’abitare e l’ aumento della richiesta di immobili con giardini e terrazzi: molti hanno pensato di vendere la propria casa nelle grandi città per cercare qualcosa che abbia un fazzoletto di terra intorno”, spiega Luca Vitale, presidente Fiaip di Grosseto e proprietario dell’agenzia immobiliare Property in the world ltd. Un interesse confermato anche da Fabrizio Pasquini, Office Manager di Engel & Völkers nel Comune di Castiglione della Pescaia e Argentario che riporta un sondaggio fatto con altre agenzie della stessa rete immobiliare del centro Italia dal quale risulta un aumento di persone interessate all’acquisto dopo il lockdown. La richiesta maggiore si concentra sulle case di campagna e le ville al mare, possibilmente con accesso privato sulla spiaggia per godere di maggiore privacy. “Molto richiesta per l’affitto è la località di Roccamare, dove ci sono ville esclusive per chi cerca la riservatezza, apprezzate per il 70% da una clientela straniera, perlopiù del Nord Europa”. L’oggetto dei desideri in Maremma continua ad essere il casale in pietra e in collina vista mare, che comporta un investimento di circa 600mila euro.

Pubblicità

Se ci fosse più offerta di questa tipologia potremmo venderne uno al mese”, dichiara a Ville&Casali, Nicola Lamioni di Immobiliare Lamioni che aggiunge: “Speriamo che vengano riscoperti anche gli investimenti nei borghi e nei centri storici che possono portare benessere al territorio; molti giovani stanno comprando per esempio nel borgo di Magliano in Toscana”. Lamioni poi consiglia di investire in immobili di campagna, vicino ai borghi e al massimo a venti minuti di auto dal mare. “In questo modo la proprietà è sfruttabile tutto l’anno e non soltanto nel periodo estivo”. Graziella La Bernarda di Toscana Estate Consulting invita, inoltre, a scoprire le zone dell’entroterra meno conosciute, nei dintorni di Semproniano e Rocchette di Fazio, da tanti anni scelte dagli stranieri – soprattutto da Tedeschi, Olandesi e Austriaci – perché è un’area della Toscana ancora vergine, con una filiera a km0 importante. Luoghi a 9km dalle Terme di Saturnia, che sono un forte traino, un’ora dal mare e tre quarti d’ora dalle montagne, ideali per gli appassionati di trekking e gite a cavallo.

In queste zone i valori oscillano intorno ai 1.200-1.500 euro al metro quadro. Esistono molti borghetti con case a ottimi prezzi e anche casali importanti: ne ho uno in vendita in collina, a Rocchette di Fazio, con 40 ettari a 1450mila euro; mentre sotto Manciano ho in vendita una tenuta di euro” racconta Antonello Careddu di Remax Immobiliare che aggiunge: “Si sono registrate vendite molto importanti in questa zona, perché sono immerse nella natura e garantiscono la privacy. A Talamone abbiamo anche una bella villa di 500mq in vendita su una scogliera con accesso al mare per poco meno di cinque milioni. Anche Capalbio possiede all’interno bellissime tenute e mantiene bene il suo mercato di nicchia, ma non vanta lo stesso appeal di dieci anni fa: ha saturato il suo boom. Mentre il mercato della Costa d’Argento è uno dei più solidi da sempre, con investitori importanti, ultimamente anche dell’Est Europa: abbiamo venduto una villa a Cala Grande a un polacco per 18 milioni di euro”. Da sempre l’Argentario registra un mercato prevalentemente di stranieri e di romani, che cercano questa costa per la sua natura, per le passeggiate e le gite in bici. Una zona molto apprezzata dai professionisti e dai vip.

Che valori ha la Costa d’Argento? Lo straniero cerca la villa indipendente con piscina o l’accesso al mare, due caratteristiche per le quali i valori si alzano. E chiedono immobili già ristrutturati, ma manca l’offerta per lo più costituita da immobili degli anni Settanta. “Molto richieste sono le case sulla via panoramica, nella zona delle Cannelle, di Cala Piccola, Cala Moresca e Cacciarella”, spiega Elisa Biglia di Great Estate Italian Properties. “Qui i valori oscillano intorno ai 7mila euro al metro quadro. E abbiamo venduto anche immobili esclusivi a 11mila euro al mq. A Cala Piccola per una villa sui 200-300 mq con una buona manutenzione si chiedono intorno ai 2 milioni di euro; prezzo che sale se c’è la piscina. A Porto Santo Stefano gli appartamenti con terrazzo hanno valori intorno ai 3mila al metro quadro; mentre Porto Ercole è sempre stata più cara e bisogna calcolare il 15% in più.

Anche Orbetello piace molto, perché vi si organizzano serate ed eventi interessanti che richiamano molti turisti”. Tutti gli agenti intervistati da Ville&Casali concordano che quest’anno si è verificato un boom nelle richieste di affitto. Chi prima faceva vacanze in hotel, per motivi di sicurezza e igiene, preferisce cercare un immobile in locazione. Molti hanno prenotato ville e casali nel verde con piscina o sul mare, anche per affitti lunghi, oltre i trenta giorni. Una tendenza già in crescita negli ultimi anni e ancora più diffusa questa estate in cui le persone vogliono coniugare la vacanza con la possibilità di smart working. Lidia Capezzuoli di Gabetti Immobiliare racconta di aver ricevuto tantissime richieste per affitti di ville con piscina all’Argentario, che però sono poche. E ciò ha fatto lievitare i prezzi. “Moltissimi romani che prima andavano all’estero per le vacanze”, conclude Capezzuoli, “questa estate hanno scelto di trascorrere le ferie all’Argentario prendendo una casa in affitto”.

Indirizzario Web

Fiaip di Grosseto
Property in the world ltd
Engel & Völkers
Immobiliare Lamioni
Toscana Estate Consulting
Remax Immobiliare
Great Estate Italian Properties
Gabetti Immobiliare

Articolo pubblicato su Ville&Casali luglio 2020

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 33,00 €

Partner

I più letti

Fuori dal mondo, dentro la natura

Un'antica fattoria al centro della Maremma Toscana, tr...

casale ristrutturato umbria

Design in un casale ristrutturato tra gli ulivi

A cinque minuti dalla città di Perugia, dopo aver varca...

Vivere fuori Milano

Vivere fuori Milano: ecco dove conviene

Tra Monza e Brianza, vivere fuori dalla città più che u...

Eleganza e glamour

L’interior designer fiorentino Antonio Lionetti scegli...

La country house di Paolo Crepet

La raffinata country house dello psichiatra e scrittore...

Ville&Casali su Instagram