Pubblicità
Pubblicità

Si torna a investire in Gallura

di Alessandro Luongo

Un angolo Di Liscia Di Vacca in Costa Smeralda

Se Porto Cervo rimane la meta più gettonata, con ville a prezzi stellari, Golfo Aranci è l’alternativa di qualità per un lusso sostenibile

Nel 2022 la Costa Smeralda “compirà” 60 anni. Quell’agglomerato di case e stazzi che nel 1880 contava appena 80 abitanti è cresciuto a livello esponenziale diventando una delle mete più ambite a livello planetario. Da allora il borgo di Porto Cervo prima, poi Baja Sardinia e Poltu Quatu si sono trasformati in simbolo e traino dell’economia del turismo sardo, accanto ai centri di Cannigione, Abbiadori, Liscia di Vacca.

Il centro di San Pantaleo, circondato dalle montagne

E la domanda di immobili di prestigio, dopo l’anno terribile della pandemia, è tornata a salire anche da parte degli italiani. “Si registra difatti un alto tasso d’interesse nella richiesta di acquisti, alcuni dei quali già tramutati in accordi ufficiali nei mesi primaverili – afferma così Susanna Murru, presidente provinciale Fiaip Centro Nord Sardegna

Articolo pubblicato su Ville&Casali agosto 2021

Continua a leggere sul portale immobiliare

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

A picco sul mare

Una proprietà elegante ed esclusiva con vista che spazi...

Un modo personale di tornare a casa

Coming Home. Loberon aiuta a creare e vivere a fondo un...

vivere in un fienile

Vivere in un fienile trasformato in una dimora da sogno

Un edificio in pietra e sassi, tipico delle Langhe, ris...

Professione: architetto dell’acqua

Uno specchio d‘acqua al centro discenari inediti di ben...

Una villa con patio domina il verde

A Padova, l’architetto Filippo Coltro ha realizzato est...

Ville&Casali su Instagram