Il roseto sulle Dolomiti

di Redazione Ville&Casali

Il roseto sulle Dolomiti

Il roseto creato da Lotte Zemmer a Bulla, minuscola frazione di Ortisei, è un luogo di assoluta bellezza e armonia. Settemila piante di rose di ogni tipo: dalle tappezzanti alle rampicanti, da quelle a fiore maestoso e nobile come la Anna, dai tenui petali rosati, o la vellutata Baccara, dall’intenso rosso cremisi. Dalle varietà quasi selvatiche che formano sui loro cespugli allegri e variopinti mazzetti, come l’Angela o la Amulett, entrambe del tipo Rosa Polianta, alle “rose miniatura” create da Ralph Moore e le italiche rose Barni, ibridi, dalle mille screziature.

Il roseto sulle DolomitiOltre duecento le tipologie nel giardino, affacciato sulla stretta e ripida valletta con vista verso Ortisei e disposte con cura per esaltarne le caratteristiche individuali, l’alternanza dei colori, in un costante e sapiente gioco di rimandi che affascinano il visitatore.

E sono in tanti, dai vari comuni e frazioni della Val Gardena e non solo, a salire fino a Bulla per visitare il roseto, cresciuto nel tempo come una vastissima ed eccezionale cornice intorno all’Uhrerhof, l’albergo della famiglia Zemmer. Una vittoria della volontà per Lotte che a dedicarsi alle rose, quassù, non aveva mai pensato.

Un roseto in Val Gardena: che sogno!

“Tutto è nato quasi per caso. Nel 2008. Uno dei nostri clienti, importatore di fiori e rose, un giorno mi ha chiesto come mai nel giardino dell’albergo, fra tanti bei fiori, mancassero proprio loro. Risposi che nella nostra valle, tanto fiorita nella buona stagione, le rose non facevano parte della tradizione floreale. Troppo delicate per il nostro clima, con il termometro che d’inverno scende anche a meno quindici. Peccato, disse lui e finì così. Poi, una volta finita la vacanza, tornò a casa e dopo qualche tempo mi arriva una sua telefonata: ‘Può venire fra due giorni a Bolzano? Per fare cosa?’ Chiesi io. Non si preoccupi. Andai e, con mio grande stupore, vidi arrivare un camion con trenta vasi di rose. Bellissime. Sono per lei – mi disse – Provi a piantarle. E adesso dove le metto? Mi chiesi. Con i primi geli moriranno tutte. Ma non fu così. Perché l’inverno lo passarono benissimo e a primavera mostravano di essere in ottima salute. Così decisi di piantarne ancora e poi ancora, imparando a conoscere le diverse tipologie e le possibilità cromatiche”.

Nasce il progetto

Il roseto sulle DolomitiPer Lotte l’idea di dare vita a un roseto prende forma e con essa la necessità di razionalizzare lo spazio. Allora, su un gran foglio di carta bianca, comincia a disegnare il progetto riproducendo anche con il colore gli effetti cromatici desiderati. Poi chiama un ragazzo del paese, proprietario di una scavatrice con cui comincia a creare i sentieri, rubandoli ai fianchi scoscesi della montagna, là dove c’erano solo prati incolti. Prende forma un percorso zigzagante collegato da scalette in legno o pietra, con angoli per sostare e archetti di metallo su cui far arrampicare le rose. Le difficoltà non la spaventano e al lavoro è abituata. Da sempre.

Pubblicità

“Quando ero bambina qui a Bulla, come del resto anche in luoghi più noti della Val Gardena, la vita era dura. Vivevo con i genitori e i tanti fratelli nel maso dove ora gestiamo l’hotel. Di comodità neppure a parlarne. Altro che lavabiancheria e scaldabagno.

Non c’era neppure l’acqua corrente e per prenderla si andava al pozzo. Fra la neve alta. Noi che avevamo tre mucche e un pezzo di terra eravamo fortunati. Ma per necessità economica dovemmo trasferirci a Castelrotto. Il maso venne abbandonato. Mio padre provò a venderlo ma nessuno lo voleva. Per questo, quando mi sono sposata con un cuoco, abbiamo pensato di prenderlo noi e farne una piccola pensione, che poi è cresciuta nel tempo. Ora siamo diventati anziani e ho ceduto la conduzione a mia figlia Dunia, ma al roseto mi dedico sempre io”.

Ora il roseto è spettacolare

Il roseto sulle DolomitiSembra impossibile, guardando la vastità degli spazi e le centinaia di piante che, oltre a Lotte Zemmer, nei periodi di maggior impegno siano solo lei e la sorella a occuparsi del giardino, a parte i due ragazzi impiegati per la manutenzione dei sentieri, staccionate, panchine e delle due casette in legno dove sostare con vista sul roseto e le Dolomiti. D’inverno il giardino dorme, protetto dalla neve come da una coperta. I veri nemici sono il gelo, la grandine. Il primo, specie se tardivo, può bruciare i primi boccioli e la grandine, in dieci minuti, rovinare il lavoro di mesi. Ma anche i caprioli non scherzano. Arrivano dal bosco adiacente e fanno strage di rose. I lavori riprendono in aprile, con sei settimane di potature e tre di concimazione.

Esplodono le fioriture e il miracolo si rinnova.

“Ho aperto il roseto al pubblico gratuitamente perché tenere tanta bellezza solo per noi e i nostri clienti mi sembrava un atto di egoismo. Considero doveroso condividerla e, d’altronde, spartire quanto si possiede fa parte della nostra memoria montanara. Se la comunità non fosse stata unita non saremmo andati mai avanti”. A chi le chiede quali rose preferisce, Lotte replica che per lei sono tutte uguali. Anche le più rare. Certo riuscire a far acclimatare la “rosa della cenere”, chiamata così per il particolare colore e raccogliere fioriture fino ai primi di novembre è una grande soddisfazione. Ma nessuna predilezione o parzialità. “Per me le rose sono come figlie. Preferirne una sarebbe impossibile”.

Possiamo ammirare il roseto di Lotte andando a questo collegamento.

 

 

 

di Picci Manzari

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Ville&Casali su Instagram

@villeecasali_magazine
Ville&Casali

@villeecasali_magazine

Dal 1990 la prima rivista di arredamento, country living e immobili di prestigio
La casa fuori città dialoga con la natura. È questo il titolo dell’incontro organizzato da Ville&Casali ai Café della Stampa di Cersaie 2022 per animare la discussione sul tema della sostenibilità.

Filo conduttore dell’edizione 2022 di Cersaie e, come è naturale che sia per i nostri lettori, un’esigenza imprescindibile nella progettazione architettonica, la sostenibilità guiderà anche il dialogo del talk di Ville&Casali nei Café della Stampa 2022. Il rispetto dell’ambiente e del territorio saranno al centro del dibattito tra la redazione e gli architetti Joseph Di Pasquale e Edoardo Milesi [...]

Scopri sul nostro sito come partecipare all'evento (Link in bio)

Con @cersaie 

#cersaie #cersaie2022 #architettura #design #villeecasali
La casa fuori città dialoga con la natura. È questo il titolo dell’incontro organizzato da Ville&Casali ai Café della Stampa di Cersaie 2022 per animare la discussione sul tema della sostenibilità. Filo conduttore dell’edizione 2022 di Cersaie e, come è naturale che sia per i nostri lettori, un’esigenza imprescindibile nella progettazione architettonica, la sostenibilità guiderà anche il dialogo del talk di Ville&Casali nei Café della Stampa 2022. Il rispetto dell’ambiente e del territorio saranno al centro del dibattito tra la redazione e gli architetti Joseph Di Pasquale e Edoardo Milesi [...] Scopri sul nostro sito come partecipare all'evento (Link in bio) Con @cersaie #cersaie #cersaie2022 #architettura #design #villeecasali
5 giorni fa
View on Instagram |
1/9
Una casa classica dialoga con il Tevere. L'architetto Mariella Paciolla ha ristrutturato un appartamento nel centro storico di Roma conservando i soffitti alti e i motivi decorativi delle pareti, senza rinunciare ad arredi contemporanei. “Gli ambienti della zona giorno sono senza dubbio i preferiti dai proprietari - racconta a Ville&Casali l'architetto Mariella Paciolla - La luce e la splendida vista della Passeggiata di Ripetta con i platani, che in tutta Roma segnano il percorso del fiume Tevere, aggiungono ancor più romanità agli spazi [...]
Leggi l'articolo sul numero di settembre 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @mariellapaciolla.architetto 

#architettura #archilovers #interordesign #interiodecor #villeecasali
Una casa classica dialoga con il Tevere. L'architetto Mariella Paciolla ha ristrutturato un appartamento nel centro storico di Roma conservando i soffitti alti e i motivi decorativi delle pareti, senza rinunciare ad arredi contemporanei. “Gli ambienti della zona giorno sono senza dubbio i preferiti dai proprietari - racconta a Ville&Casali l'architetto Mariella Paciolla - La luce e la splendida vista della Passeggiata di Ripetta con i platani, che in tutta Roma segnano il percorso del fiume Tevere, aggiungono ancor più romanità agli spazi [...] Leggi l'articolo sul numero di settembre 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @mariellapaciolla.architetto #architettura #archilovers #interordesign #interiodecor #villeecasali
6 giorni fa
View on Instagram |
2/9
Journey, la nuova collezione di piastrelle @ceramichepiemme, si ispira alla natura del Nord Europa e ne riproduce le suggestioni cromatiche e materiche grazie alla tecnologia di stampa Synchro Digit Piemme, che ricrea sulle piastrelle increspature, rilievi e tutti i possibili effetti tridimensionali e tattili della pietra in perfetto sincrono con la decorazione digitale. 

Un processo che trasforma la ceramica in un nuovo materiale praticamente indistinguibile dall’originale; la nuova finitura Silk crea una sensazione tattile extra-morbida, setosa, ottenuta con una speciale lappatura in profondità che elimina ogni rugosità superficiale. 

Scopri di più sul nostro sito (Link in bio)

#CeramichePiemme #Journey #ceramica #interiodesign #topbrand
Journey, la nuova collezione di piastrelle @ceramichepiemme, si ispira alla natura del Nord Europa e ne riproduce le suggestioni cromatiche e materiche grazie alla tecnologia di stampa Synchro Digit Piemme, che ricrea sulle piastrelle increspature, rilievi e tutti i possibili effetti tridimensionali e tattili della pietra in perfetto sincrono con la decorazione digitale. Un processo che trasforma la ceramica in un nuovo materiale praticamente indistinguibile dall’originale; la nuova finitura Silk crea una sensazione tattile extra-morbida, setosa, ottenuta con una speciale lappatura in profondità che elimina ogni rugosità superficiale. Scopri di più sul nostro sito (Link in bio) #CeramichePiemme #Journey #ceramica #interiodesign #topbrand
1 settimana fa
View on Instagram |
3/9
Sottotetto vista cielo. La trasformazione della vecchia soffitta di un palazzo storico. Dal sogno all’idea, fino alla realizzazione di un luogo unico che fosse insieme aperto, intimo e personale. In una cittadina tra le colline vicino al Lago Maggiore il progetto per la riconversione di un sottotetto è stato il sogno realizzato di una giovane committenza che, proprio in quel sottotetto, aveva individuato un possibile spazio in cui vivere [...]
Puoi trovare i contatti e ulteriori informazioni sul nostro sito (Link in bio)

#architettura #archilovers #interiordesign #interiordecor #villeecasali
Sottotetto vista cielo. La trasformazione della vecchia soffitta di un palazzo storico. Dal sogno all’idea, fino alla realizzazione di un luogo unico che fosse insieme aperto, intimo e personale. In una cittadina tra le colline vicino al Lago Maggiore il progetto per la riconversione di un sottotetto è stato il sogno realizzato di una giovane committenza che, proprio in quel sottotetto, aveva individuato un possibile spazio in cui vivere [...] Puoi trovare i contatti e ulteriori informazioni sul nostro sito (Link in bio) #architettura #archilovers #interiordesign #interiordecor #villeecasali
1 settimana fa
View on Instagram |
4/9
Un divano moderno e versatile, che esprime il risultato di una ricerca originale sulle potenzialità formali dell’arredo e crea delle proposte in perfetta sintonia con i nuovi stili di vita: è Oasi, progettato da Maurizio Manzoni per @cantori_spa, azienda marchigiana che mantiene una preziosa matrice artigianale.

Si tratta di un sistema che si compone di diversi elementi, molto versatili, in grado di integrarsi in qualsiasi contesto stilistico e di creare diverse configurazioni multifunzionali, dal classico elemento angolare, fino alla chaise longue ergonomica, o al pouf.

Scopri di più sul nostro sito (Link in bio)

#cantori #oasi #interiordesign #divano #topbrand
Un divano moderno e versatile, che esprime il risultato di una ricerca originale sulle potenzialità formali dell’arredo e crea delle proposte in perfetta sintonia con i nuovi stili di vita: è Oasi, progettato da Maurizio Manzoni per @cantori_spa, azienda marchigiana che mantiene una preziosa matrice artigianale. Si tratta di un sistema che si compone di diversi elementi, molto versatili, in grado di integrarsi in qualsiasi contesto stilistico e di creare diverse configurazioni multifunzionali, dal classico elemento angolare, fino alla chaise longue ergonomica, o al pouf. Scopri di più sul nostro sito (Link in bio) #cantori #oasi #interiordesign #divano #topbrand
1 settimana fa
View on Instagram |
5/9
Il casale ideale deve avere terreno e vista mare. Capalbio continua a essere molto ambita e Pescia Fiorentina è l’alternativa. Gli investitori cercano tenute esclusive con la massima privacy. C’è la campagna, il mare, l’arte, le grandi città a pochi chilometri, e la gente che conta. È per questo che Capalbio negli anni è stata scelta come buen retiro da tanti che si conoscono e si ritrovano qui nei week end e in estate [...]
Leggi l'articolo sul numero di settembre 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

Con @carratelliluxuryhomes, @antonio_zizi_capalbio, @evcastiglionedellapescaia, @terredisacra 

#mercatoimmobiliare #realestate #capalbio #realestateinvesting #toscana #retopbrand
Il casale ideale deve avere terreno e vista mare. Capalbio continua a essere molto ambita e Pescia Fiorentina è l’alternativa. Gli investitori cercano tenute esclusive con la massima privacy. C’è la campagna, il mare, l’arte, le grandi città a pochi chilometri, e la gente che conta. È per questo che Capalbio negli anni è stata scelta come buen retiro da tanti che si conoscono e si ritrovano qui nei week end e in estate [...] Leggi l'articolo sul numero di settembre 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) Con @carratelliluxuryhomes, @antonio_zizi_capalbio, @evcastiglionedellapescaia, @terredisacra #mercatoimmobiliare #realestate #capalbio #realestateinvesting #toscana #retopbrand
2 settimane fa
View on Instagram |
6/9
Un angolo di paradiso in un orto giardino. Una scenografia di forte impatto realizzata da un giovane imprenditore sulle colline della Tuscia per ricordare il padre. “Un insolito orto-giardino dove i percorsi, impreziositi da sculture in pietra e da diverse varietà di piante e cespugli, creano un angolo di paradiso dove rifugiarsi circondati da fiori e ricordi “. Inizia così il racconto di Luca, un giovane imprenditore che, tra le verdi colline della Tuscia, su un terreno coltivato per anni dal padre[...]
Leggi l'articolo sul numero di settembre 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio)

#gardendesign #gardendecor #progettogiardino #outdoordesign #villeecasali
Un angolo di paradiso in un orto giardino. Una scenografia di forte impatto realizzata da un giovane imprenditore sulle colline della Tuscia per ricordare il padre. “Un insolito orto-giardino dove i percorsi, impreziositi da sculture in pietra e da diverse varietà di piante e cespugli, creano un angolo di paradiso dove rifugiarsi circondati da fiori e ricordi “. Inizia così il racconto di Luca, un giovane imprenditore che, tra le verdi colline della Tuscia, su un terreno coltivato per anni dal padre[...] Leggi l'articolo sul numero di settembre 2022 in edicola o sul nostro sito (Link in bio) #gardendesign #gardendecor #progettogiardino #outdoordesign #villeecasali
2 settimane fa
View on Instagram |
7/9
Squadrato, coloratissimo e capiente: il lavabo in ceramica Camaleo di @colavene incarna un design capace di unire forma e funzionalità. Mimetico fin dal nome, il lavabo può essere montato a parete, su strutture metalliche nelle nuove finiture acciaio spazzolato e bronzo e mobili coordinati, con pratici cassetti. 

La ceramica colorata diventa uno strumento progettuale da usare in abbinamento a rivestimenti o con irriverenza, per rompere gli schemi e giocare sui contrasti tra ceramica, mobili e strutture da appoggio.

Scopri di più sul nostro sito (Link in bio)

#colavene #camaleo #interiordesign #designbagno #topbrand
Squadrato, coloratissimo e capiente: il lavabo in ceramica Camaleo di @colavene incarna un design capace di unire forma e funzionalità. Mimetico fin dal nome, il lavabo può essere montato a parete, su strutture metalliche nelle nuove finiture acciaio spazzolato e bronzo e mobili coordinati, con pratici cassetti. La ceramica colorata diventa uno strumento progettuale da usare in abbinamento a rivestimenti o con irriverenza, per rompere gli schemi e giocare sui contrasti tra ceramica, mobili e strutture da appoggio. Scopri di più sul nostro sito (Link in bio) #colavene #camaleo #interiordesign #designbagno #topbrand
2 settimane fa
View on Instagram |
8/9
Ville&Casali a “I Café della Stampa” di Cersaie 2022. Anche quest’anno Cersaie, Salone Internazionale della Ceramica nell’architettura, a Bologna dal 26 al 30 settembre, propone “I Café della Stampa”, conversazioni informali tra i direttori delle testate di settore più importanti ed esponenti di primo piano dell’architettura e del design per approfondire tematiche di attualità di design, architettura, wellness e urbanistica nell’ambito della ceramica e dell’arredobagno [...]
Scopri sul nostro sito come partecipare all'evento (Link in bio)

Con @cersaie 

#cersaie #cersaie2022 #architettura #design #villeecasali
Ville&Casali a “I Café della Stampa” di Cersaie 2022. Anche quest’anno Cersaie, Salone Internazionale della Ceramica nell’architettura, a Bologna dal 26 al 30 settembre, propone “I Café della Stampa”, conversazioni informali tra i direttori delle testate di settore più importanti ed esponenti di primo piano dell’architettura e del design per approfondire tematiche di attualità di design, architettura, wellness e urbanistica nell’ambito della ceramica e dell’arredobagno [...] Scopri sul nostro sito come partecipare all'evento (Link in bio) Con @cersaie #cersaie #cersaie2022 #architettura #design #villeecasali
2 settimane fa
View on Instagram |
9/9