fbpx
19 Aprile 2019
Ville&Casali
Primo Piano Smart House

Rendere una casa a prova di ladro

Per partire a cuor leggero è necessario dotare la casa di un impianto antieffrazione. I sistemi domotici più sofisticati, a prova di ladro, avvisano tramite notifiche sullo smartphone.

La tranquillità quando si chiude la porta di casa è possibile

Il primo step è installare una porta blindata con una serratura ad alte prestazioni. Fondamentale un buon impianto antifurto, da scegliere caso per caso. Se si tratta di interventi all’ultimo minuto, il metodo wireless è consigliato perché non necessita di rompere le pareti di casa, per il passaggio dei cavi. In caso di ristrutturazione, meglio pensare a un impianto di tipo filare. Quando si parla di cablaggio, l’impianto necessita di un’attenta progettazione, che risolva tutti i punti deboli dell’appartamento ed evitare di ricorrere in un secondo tempo a mazzetta e scalpello.

Per una protezione totale è consigliabile dotare di sensori perimetrali porte e finestre

Per poi integrare l’impianto con un sistema volumetrico comprensivo di dispositivi in ogni stanza, che rilevino eventuali presenze indesiderate all’interno dell’abitazione. Oggi la tecnologia domotica consente di controllare, anche da remoto, cosa succede quando non ci siamo, grazie ad applicazioni, che permettono di inviare notifiche sul cellulare in caso di anomalie.

1. DEA SECURITY

Con SISMA CA il sistema di allarme c’è ma non si vede. Inglobato nel cemento, il sistema corre a pavimento ed è sensibile anche al passo più lieve. Brevettato da DEA Security protegge tutte le aree antistanti gli accessi alla casa.

2. URMET

Il gruppo Urmet ha messo a punto Urmet Zeno, per la sicurezza della casa. Il sistema, totalmente wireless,
ha un design innovativo e un cuore tecnologico sofisticato, che consente un’elevata connettività: i vari dispositivi dialogano con la centrale, per un servizio no stop.

3. BTICINO HOMETOUCH

È lo schermo multifunzione di Bticino, con un’interfaccia semplice ed elegante, che oltre ad essere il cuore del sistema domotico, per gestire luci, tapparelle, elettrodomestici, riscaldamento e sistema antifurto, diventa videocitofono, controllabile anche da remoto.

4. CISA

L’evoluzione delle serrature va in una duplice direzione, il potenziamento della resistenza meccanica e l’integrazione elettronica. Il vantaggio della seconda è di mantenere elevati standard di sicurezza, con maggiori comfort per l’utente, che può interagire con la porta anche da remoto.

Michele Schiavarelli, product manager southern EU di Cisa

MyEVO è la serratura motorizzata di Cisa capace di chiudersi da sola quando la porta viene accostata. Può essere aperta grazia a un tastierino, una tessera contactless o un lettore di impronte. Integrabile al sistema domotico può essere gestita con un touch, da smartphone o tablet.

5. VIMAR

Considerato più sicuro, rispetto alle tecnologie wireless perché i sensori radio vanno alimentati a batteria e col tempo deve essere preventivata una manutenzione specifica. Possono essere smascherati più facilmente rispetto a quelli con tecnologia filare. In caso di allarme, è sempre utile. Per la propria tranquillità, effettuare la video verifica della zona interessata, mediante un sistema di videosorveglianza, in grado di controllare in tempo reale se si tratta di falsi allarmi o di tentativi di intrusione avvertendo tempestivamente.

Luigi Cervato, ingegnere e Product Manager Sistemi di Vimar

By-alarm è il sistema di anti-intrusione di Vimar integrabile con la domotica By-me, che offre un controllo costante e smart. Di facile installazione può essere configurato in modo intuitivo attraverso un software dedicato o direttamente dal display digitale.

6. VERISURE

Collegate no stop alla centrale operativa, che risponde in meno di un’ora, le telecamere Cloud cam pro e Cloud cam Verisure sono connesse a MyVerisure, un’applicazione che permette all’utente di vedere cosa succede tramite video on line.

7. GEWISS

Gewiss fornisce un controllo totale dell’abitazione, grazie a un sistema capace di unire alla sicurezza dell’impianto filare la versatilità della radiofrequenza. La centrale di comando, dotata di un display LCD
user friendly e comandi touch, si distingue per flessibilità di utilizzo e installazione.

Indirizzario web:

Approfondimenti:

Appassionato d’arredamenti. Per saperne di più clicca qui: Made Expo: la fiera internazionale di architettura e costruzioni torna a Milano

Altre letture consigliate

Investimenti immobiliari: Firenze al top insieme a Milano e Bologna

Silvia Quaranta

Abitare a Miami come su uno Yacht

Marcella Guidi

Novità sui tessuti in arrivo dalla decima edizione di Paris Déco Off

Claudia Schiera