Pubblicità
Pubblicità

Una villa proiettata verso l’infinito

di Marcella Guidi

Una villa proiettata verso l’infinito
Foto di Pier Maulini

Costruita dallo studio MYGG di Milano su un vecchio rudere con vista sul golfo di Alassio per essere vissuta soprattutto all’esterno

Un sogno inseguito per dieci anni, un eremo per una nuova stagione della vita diventato realtà, un palcoscenico spettacolare sul mare di Alassio e sull’isola Gallinara, un esempio della moderna architettura italiana che fa pensare a villa Malaparte a Capri. La dimora che Ville&Casali presenta in esclusiva ai suoi lettori, firmata dallo studio MYGG di Milano degli architetti Giovanni Feltrin, Gerardo Sannella e Yolanda Velasco, può essere definita in molti modi.

Una villa proiettata verso l’infinito
Foto di Pier Maulini

La storia inizia così: “Una coppia torinese da circa dieci anni cercava sulla riviera ligure un lotto di terreno su cui costruire una casa per le vacanze. Alla fine ha trovato un rudere di una settantina di metri quadri sulla collina più alta di Alassio e l’ha comprato…

Articolo pubblicato su Ville&Casali agosto 2021

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

www.mygg.it

© Riproduzione riservata.