Sculture scolpite nel verde

di Eleonora Bosco

Sculture scolpite nel verde
Foto di Richard Miers e Bruno Suet

Grazie alla potatura artistica, arbusti sempreverdi a foglia piccola si modellano secondo linee geometriche, diventando protagonisti di splendidi giardini all’italiana

Nel passato, l’utilizzo dell’arte topiaria, spesso collegata ai giardini ornamentali realizzati tra il XVI e il XVIII secolo, consentiva non solo una divisione in zone, grazie all’utilizzo di siepi e bordure, ma caratterizzava le piante dalle colorazioni esclusivamente verdi. Le forme artistiche, infatti, catturavano l’attenzione, creando interessanti giochi architettonici e mostrando ancor più la magnificenza delle dimore signorili. Oggi, l’idea di base dell’arte topiaria non è cambiata. Utilizzata come motivo ornamentale nei giardini di piacere, viene applicata anche a piccoli spazi verdi e spesso integrata ad aree già esistenti.

Pubblicità
Sculture scolpite nel verde
Foto di Richard Miers e Bruno Suet

È una forma d’arte, una modellazione della chioma di alberi o arbusti rampicanti, capaci di dar vita a un disegno imponente e strutturato. L’arte topiaria può enfatizzare una prospettiva, valorizzare un angolo di un sentiero o animare un giardino segreto – racconta a Ville&Casali la progettista francese Dominique Lafourcade

Articolo pubblicato su Ville&Casali di Febbraio 2023

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

www. dominique-lafourcade.com

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti