fbpx
18 Ottobre 2019
Ville&Casali
Tessuti vintage
Arredare Interni

Tessuti vintage: tornano gli anni ’50

Il living si colora di geometrie con tessuti vintage raffinati e accoglienti: ritornano gli anni ’50 con i toni blu notte e azzurro grigio, sapientemente abbinati al colore dorato. Dettagli che impreziosiscono ogni ambiente della nostra casa.

Forte il richiamo all’Art Déco, con tessuti fantasia floreali, ricchi di toni cipria, grigi e panna, nella loro accezione più calda. Il trend per i tessuti invernali è in continua evoluzione.

Walter Niedermair, amministratore delegato del Lanificio Moessmer di Brunico, leader mondiale nella produzione di tessuti e lati di alta qualità, spiega: il cliente cerca anche nelle stoffe invernali creatività e versatilità. Noi siamo rimasti gli ultimi in Europa a curare l’intera filiera di prodotto, dalla scelta del materiale di base più corretto, selezionato tra lane diverse, cachemire o mohair, angora, alla produzione di lati e tessuti con il loro spessore, taglio, fantasie e colori. La passione per il nostro lavoro trapela dalla cura del dettaglio: dal momento in cui la lana di tosa arriva dalle terre lontane (Mongolia e Perù) nei nostri magazzini ci vogliono trenta giorni di intenso lavoro per trasformare le fibre in tessuti pregiati come loden e tweed, lana, seta, cachemire e alpaca”.

La ricchezza di una proposta stilistica varia è necessaria per assecondare gusti diversi: il mondo dell’interior mira a vestire in modo omogeneo tutta la casa, dai tendaggi ai rivestimenti, dai cuscini d’arredo ai tappeti, alla biancheria per il letto.

Si avverte una maggiore leggerezza, un’eleganza ricercata, lontana dall’opulenza e dall’ostentazione. Ci si orienta verso uno spirito più urbano e contemporaneo, dove prevalgono tonalità tenui e neutre, con fantasie e disegni geometrici. Anche le proposte più classicheggianti sono meno cariche di decori e colori,” afferma Paolo Rigamonti, direttore generale dell’azienda Christian Fischbacher Italia.

Quest’anno la palette cromatica sceglie una base beige cammello, un colore tradizionalmente legato alla moda, alle lane pregiate, per vestire letto, tavola e bagno, combinandosi ai nuovi toni stagionali, intensi, ma sempre un po’ desaturati: spiccano blu polvere, viola mirtillo, verde giada, arancio terracotta e rosso papavero” sottolinea il Team Society Limonta.

Tessuti e toni caldi per permetterci di riscaldare il freddo inverno, come con i copripiumini danesi dai colori invernali tra cui spicca Aida, in oro, trionfo di eleganza in raso liscio con una ne decorazione jacquard e che potete vedere in apertura di articolo.

Velluti e trame floreali per il nuovo trend invernale di Colefax. Il colore, sapientemente declinato, è un importante protagonista.

Un interior arricchito con i tessuti della nota azienda altoatesina, Moessmer. Prestigiose lane e tweed conferiscono all’ambiente il sapore della tradizione in chiave contemporanea.

La collezione Poesia di Fischbacher è il frutto di un sapiente mix di tecniche di stampa 3D. La stampa floreale, ispirata da quadri fiamminghi, si mescola perfettamente nel morbido velluto in poliestere e viscosa.

 

 

 

A cura di VERONICA BALUTTO

© RIPRODUZIONE RISERVATA