fbpx
14 Novembre 2019
Ville&Casali
Interni Primo Piano

Rivestimenti con grandi lastre: creatività senza limiti

Il progetto delle finiture e lo studio dell’arredamento interno sono fondamentali, per dare alla casa il carattere desiderato. Consigliabile farsi guidare da un professionista anche nella scelta dei materiali, perché uno degli aspetti più complessi è farsi largo nella vasta gamma di piastrelle, per scegliere quella che meglio si adatta allo stile degli interni. Forme, tonalità e texture hanno un grande impatto sull’estetica degli ambienti e sulla percezione degli spazi, che possono sembrare più grandi o più piccoli in funzione allo schema di posa e alle venature del prodotto.

Tra le soluzioni di maggior tendenza tra i rivestimenti occupano sicuramente un posto di rilievo le grandi lastre.

Le grandi lastre consentono di coprire vaste superfici, senza interrompere la trama del disegno.

Le fughe, ovvero i giunti tra una piastrella e l’altra, quasi scompaiono quando si parla di grandi lastre e si ottiene l’effetto di una superficie continua, quasi priva di interruzioni. La piastrella perde la sua connotazione di tessera modulare, per identificarsi come pattern su misura, progettata e ritagliata ad hoc, per lo spazio cui è destinata, senza limiti dimensionali.

Il concept di Porcelanosa considera le grandi lastre non più come prodotto in serie, ma come materia prima, con l’obiettivo di creare una gamma di superfici, per ampliare i confini della creatività di qualsiasi progetto contemporaneo.

Fabio Martino, Responsabile Progetto Xtone, Porcelanosa Italia

Pareti e pavimenti diventano tele plasmate dai progettisti, opere d’arte domestiche trattate con materiali esclusivi, rifiniti per soddisfare qualsiasi esigenza.

Davide Ferracin, marketing manager di Lapitec

Lapitec punta sull’esclusività della pietra sinterizzata, un materiale autentico non stampato in superficie, per dare unicità agli spazi.[/penci_blockquote]

Ecco 7 tipologie di grandi lastre scelte per te.

1. PORCELANOSA GRUPO XTONE di Urbatek

Porcelanosa Grupo esce dai limiti dimensionali del prodotto e diventa materia prima, adatta per realizzare superfici continue e per rivestire interni, esterni ed elementi di arredo.

Visita il sito web per maggiori informazioni

2. CERDOMUS Firmata da Cerdomus

Luxe è una sofisticata linea di rivestimenti disponibile in cinque gradazioni di grigio striate da venature chiare. Pensata anche nella versione grande lastra si può avere in tre finiture diverse: natural, brushed e polished.

Visita il sito web per maggiori informazioni

Altre letture consigliate

Cersaie 2018: la ricerca dell’imperfezione

Redazione Ville&Casali

Ristrutturare il bagno: quali rivestimenti scegliere?

Redazione Ville&Casali

Pavimenti e rivestimenti: le doghe in adaxite

Redazione