L’eleganza dell’architetto Jean Marie Massaud

di Veronica Balutto

Jean Marie Massaud (JMM) è un architetto/designer che ama mescolare comfort ed eleganza, con un attento spirito che attinge da diverse culture, ma anche dalla tradizione, passando da macro ambienti a micro contesti.

B&B Italia, Axor Hansgrohe, Lancôme, Renault, Poliform, Mdf, Dedon sono solo alcune delle sue collaborazioni a livello internazionale che si potevano ammirare a Parigi a Maison&Object all’inizio del 2019.

Il suo stile affronta i diversi aspetti del design con l’idea di plasmare uomo e ambiente.

Cerca la sintesi tra la realizzazione individuale e collettiva, l’efficienza economica e industriale e le esigenze dell’ambiente, per trovare, con un percorso onesto, il giusto design per i vari utenti. Propone sfide contemporanee contro mode e tendenze.

Così racconta la sua visione olistica di progetto per l’uomo: “Non mi interessa progettare l’oggetto fine a se stesso: la mia creatura nasce dal paesaggio nel quale andrà inserito, dal suo nuovo scenario di vita”.

Massaud è spesso stato definito un “catalizzatore per l’innovazione” perché interessato ai vari aspetti del mondo.

Un designer attento in modo meticoloso al dettaglio, in una sapiente ricerca tra materiali, texture e colori bilanciati: “Per temperamento, sono sempre stato sensibile all’eleganza delle cose rilevanti, di qualità e durature”.

Per Massaud la sostenibilità è uno stile di vita da ricercare nella sua produzione, ma anche nel suo modo di vivere.

Designer libero di fatto, racconta: “La vera libertà per me è non fare alcun progetto. Per me, creare è la necessità di restituire contenuti: uno scambio tra partner e potenziali utenti. In questa sfera trovo la mia realizzazione personale e mi misuro con me stesso, con la libertà di fare o meno”.

Un precursore al passo con i tempi, con un occhio aperto sul design del futuro, alla ricerca di nuovi progetti come esperienze di vita: “Nella mia visione del futuro, le espressioni eclettiche continueranno a prosperare, sempre divise tra dualità di rappresentazioni statutarie e la ricerca di un significato.

Il tutto in sintonia con la posta in gioco del ‘fare meglio con meno risorse e maggiore durata’, che per me è la vera eleganza!”

Non solo design quindi per JMM, ma quasi un’esperienza di vita per riconciliare desiderio e responsabilità.

Approfondimenti:

Leggi I segreti del design di Daniele Lago

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Scopri come abbonarti

1 anno a soli 33,00 €

Partner

I più letti

Una villa racchiusa in un colpo d’occhio

Ristrutturata dall’architetto Stefano Dorata con la co...

Cinque fiori profumati da piantare in aprile

Il grigiore dell'inverno è ormai solo un ricordo: la pr...

Country chic nel cuore del Monferrato

A Costigliole d’Asti, una dimora con origini che risal...

Arredi esclusivi in Toscana

Un itinerario che parte da Firenze, la culla della cul...

casale ristrutturato umbria

Design in un casale ristrutturato tra gli ulivi

A cinque minuti dalla città di Perugia, dopo aver varca...

Ville&Casali su Instagram