fbpx
18 Maggio 2019
Ville&Casali
Interni

Fare luce con praticità in camera da letto

La scelta delle fonti di luce definisce l’architettura dello spazio e la personalità della camera da letto. Risponde anche a esigenze di funzionalità e relax. Ecco come fare luce con praticità.

Gli ambienti di una casa vanno interpretati come il palcoscenico di un teatro

Ogni soluzione deve essere il migliore compromesso tra scelte di design e realismo funzionale. La zona notte, in particolare, richiede un’attenzione peculiare. Soprattutto oggi che il ruolo di questo spazio è mutato.

La stanza da letto non è più solo il luogo del riposo. Ma anche quello in cui si concentrano diverse attività. Quale illuminazione allora?

Nella zona notte va creata un’atmosfera emozionale. Si può usare una luce indiretta o preferire una soluzione che consenta di modulare l’intensità. Per l’area armadi meglio optare per un’illuminazione funzionale. Quando è possibile, è utile inserire le luci all’interno. Altrimenti vanno collocate in prossimità.

Rachele Biancalani, architetto e designer

Importante è anche la scelta della luce dei comodini?

Se il mood dell’appartamento è classico si possono prevedere abat jour. Se è contemporaneo, luci a sospensione o applique. Queste sono molto comode: occupano poco spazio e sono predisposte per la lettura. I Led anche, sono versatili, si possono dimmerare con un regolatore elettronico di intensità, permettendo qualsiasi gradazione o tono di colore, possono essere integrati anche in testate di letti o per creare fasci dal basso. Si prestano ad ambienti classici o country.

Rachele Biancalani, architetto e designer

Gli errori da evitare?

Inserire un punto luce che non risponde a precise necessità pratiche o estetiche. Meglio ad esempio non inserire sopra il letto un punto luce centrale. Anche se vale sempre l’eccezione: un bellissimo chandelier può diventare l’elemento visivo forte dell’ambiente.

Rachele Biancalani, architetto e designer
1. FLOS

Fonti di luce a led a forma di triangolo isoscele. Quasi gocce d’acqua sospese nello spazio con un filo nero leggerissimo che entra in relazione con l’architettura della stanza. Rigore assoluto per la lampada da soffitto String Light disegnata da Michael Anastassiades per Flos.

2. ARTEMIDE

Tecnologia e tradizione si fondono in Gople Lamp di Artemide. Il vetro è lavorato a mano con un’antica tecnica veneziana che rende ogni pezzo unico. A disposizione differenti livelli di emissione della luce per creare scenari personalizzati allo spazio.

3. ARKETIPO

Effetto coreografico per la lampada Blob disegnata da Gino Carollo per Arketipo. Elemento di design funzionale, si adatta ad ambienti contemporanei e classici. Qui proposta nella versione da terra con stelo in metallo modificabile nell’altezza. Tre i punti luce per un’illuminazione uniforme o mirata.

4. VIBIA

Musa è la lampada da tavolo realizzata da Note Design Studio per Vibia. Un oggetto luce da collocare in qualsiasi ambiente. Offre un’interessante interazione tra la luminescenza della piccola sfera di vetro soffiato traslucido e quella riflessa dal piatto che la contiene.

5. BUZZI&BUZZI

Superficie luminosa è Spirit di Buzzi & Buzzi. Incasso rettangolare (300×370 mm) con un foro di emissione quadrato (240 mm) e parabola wall washer. Design pulito, geometrico. Elemento a scomparsa in AirCoral. Da utilizzare per installazione a parete e soffitto di cartongesso o laterizio.

6. CATTELAN ITALIA

Per materiali utilizzati ed effetto luminoso, la lampada a soffitto Tramonto rievoca atmosfere importanti di altri decenni. Realizzata da Oriano Favaretto per Cattelan Italia, si compone di una struttura in ottone e di un paralume in cristallo fumé.

7. SLAMP

Una nuvola di cristalli bianchi. Leggera, eterea. È la plafoniera Clizia Pixel disegnata da Adriano Rachele per Slamp. Prodotta a mano grazie a un sistema di incastri di Cristalflex. Veloce da installare e da gestire grazie all’attacco magnetico.

Indirizzario Web:

Approfondimenti:

Dalla luce artificiale a quella naturale, per saperne di più clicca qui: Modernità, eleganza e luce naturale: il restyle di un attico a Milano

Altre letture consigliate

Il paralume Haute Couture rivisto da due giovani designer italiani

Veronica Balutto

Le forme della luce: lampadari di design per interni

Giorgia Marino

Luci scenografiche di melodie e arte

Redazione