fbpx
19 Giugno 2019
Ville&Casali
Itinerari Sardegna Trentino Alto Adige

Barefooting: camminare scalzi nella natura per combattere lo stress

Slacciarsi le scarpe, sfilarsi i sandali, abbandonare i tacchi. Per ritrovare i propri piedi, ristabilire il contatto con la terra e migliorare umore e salute. Camminare scalzi – sull’erba, sulla sabbia, sulla pietra – è una pratica sempre più diffusa anche in Italia. La chiamano Barefooting e molte strutture turistiche, anche da noi, si stanno attrezzando per offrire percorsi e guide dedicate a questa attività.

I vantaggi di togliersi le scarpe

Non è solo una moda, ma una vera filosofia di vita e un’attività salutare sotto molti punti di vista. Una volta appurato che non ci siano pericoli sul terreno, camminare scalzi può portare benefici sia al corpo che alla mente. Correre su un prato, esplorare passo dopo passo un sentiero fra gli alberi o tenersi in equilibrio sulle rocce di un ruscello aiuta a scaricare lo stress e dà un grande senso di libertà. Nello stesso tempo, rafforza la muscolatura, riattiva la circolazione sanguigna e migliora la postura.
Praticare il Barefooting è insomma un vero toccasana ed è anche un modo per fare delle vacanze originali.

Camminare scalzi in montagna

Dal Nord al Sud Italia, agriturismi, spa, hotel e parchi naturali offrono varie opportunità per praticare Barefooting da soli o camminare scalzi su percorsi guidati.
In Alto Adige, ad esempio, si può partire dal Falkensteiner Hotel & Spa Sonnenparadies di Terento (in provincia di Bolzano) e godersi il panorama delle Dolomiti e della Val Pusteria a piedi scalzi, accompagnati da una guida. A Terento, inoltre, c’è il percorso Kneipp, al centro di un parco giochi per bambini, per condividere anche con loro l’esperienza.
Sempre in provincia di Bolzano, il Seehof Nature retreat di Naz offre passeggiate rasserenanti e una vera e propria Barefoot-Experience, per camminare scalzi nelle acque del lago, sui prati montani e sulle foglie del bosco.

Seehof Hotel (Bz)

Sabbia e mare

Se camminare scalzi in montagna rigenera, niente però è più rilassante di affondare i piedi nudi nella sabbia. Per chi preferisce il mare, allora, il Barefooting si può praticare con grande soddisfazione sulla bellissima spiaggia di Chia, in Sardegna. La spiaggia è collegata all’Hotel Aquadulci da un sentiero che lo unisce al mare (nella foto di apertura). Passeggiando a piedi nudi, si attraversano quattro tipi di terreno: il giardino all’inglese che circonda l’hotel, la passerella di legno che attraversa il parco e lo stagno popolato da fenicotteri rosa, le dune di sabbia bianca e infine il mare.

Altre letture consigliate

Val di Fiemme, magia tra la neve

Alessandro Luongo

Aix-en-Provence: un giardino sotto il sole della Provenza

Sara Perro

A Romazzino un progetto di design

Sara Perro