Pubblicità
Pubblicità

La chiocciola diventerà un cibo sempre più cool

di Enrico Morelli

Foto di Gabriele Basilico

Martino Crespi, organizzatore di grandi eventi, si riscopre country gentleman, crea “1,618-lumachificio aureo”, e sfida i primi 12 grandi chef a interpretare la lumaca con la loro grande fantasia

L’idea è nata sui campi da golf poco prima del lockdown, ma è stata realizzata e si è sviluppata in piena pandemia. “L’amico dentista Sergio Gimigliano ha intercettato un allevamento di lumache da rilevare vicino a Legnano e mi ha convinto a tornare in campagna– racconta a Ville&Casali, Martino Crespi, regista di grandi eventi (come le cene per la Mostra internazionale del Cinema di Venezia e per l’Academy degli Oscar a Roma), in contatto con 450 chef famosi. Così un’attività pensata per il weekend in poco tempo è diventata un’impresa, e anche una vera panacea, una salvezza mentale e fisica

Pubblicità
Foto di Gabriele Basilico

Nato a Milano, Crespi a 57 anni ha dismesso lo smoking delle grandi occasioni per indossare i panni del gentiluomo di campagna. “Ricordo – aggiunge – quando da bambino mio padre veterinario mi svegliava alle tre di notte per assisterlo al parto delle bovine”…

Articolo pubblicato su Ville&Casali giugno 2021

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Atmosfere rural-chic

L’interior designer Gian Paolo Guerra elabora lo stile...

vivere in un fienile

Vivere in un fienile trasformato in una dimora da sogno

Un edificio in pietra e sassi, tipico delle Langhe, ris...

Una villa racchiusa in un colpo d’occhio

Ristrutturata dall’architetto Stefano Dorata con la co...

Puglia contemporanea

L’intervento di restyling dell’arch. Giuseppe Milizia...

Un casale aperto alla natura

A Città della Pieve, un antico fabbricato è diventato...

Ville&Casali su Instagram