Giardini a misura di pet

di Maria Paola Gianni

Giardini a misura di pet

I consigli della paesaggista Luigina Giordani: aiuole rialzate con lamiere in Corten, acqua fresca a pressione del muso e siepi perimetrali

Il cane è il miglior amico dell’uomo e ama stare anche all’aperto, in giardino. L’importante è che non ci resti solo, perché è un animale sociale e vuole stare sempre con il suo riferimento umano o con la sua famiglia. Altra cosa fondamentale: Fido non si accontenta del giardino, ma va portato sempre anche fuori, a esplorare nuovi spazi e a sniffare nuovi odori, perché ne ha bisogno. Ma quali accortezze si possono mettere in pratica per allestire l’outdoor a misura di pet, soprattutto proteggendo il verde del nostro giardino da eventuali problemi come buche o urina?

Pubblicità

Da buche e urina non ci si salva”, avverte la paesaggista Luigina Giordani che gestisce uno studio sulle rive del Lago di Garda e che nella sua vita ha sempre avuto cani di piccola taglia come Jack Russell Terrier e Pinscher. “Cani piccoli e giardini piccoli”, aggiunge scherzosamente, “argomenti sui quali sono più preparata, e comunque abbiamo a che fare con eterni bambini dispettosi!…

Articolo pubblicato su Ville&Casali di Agosto 2023

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

www.giardinigiordani.it

© Riproduzione riservata.