fbpx
20 Settembre 2019
Ville&Casali
Gardening

La poesia degli arbusti

 

Simile all’albero, l’arbusto è una pianta legnosa, alta solitamente meno di 5 metri, dotata di rami che si separano dal tronco centrale pur restando vicini al terreno. Questo elemento è utile per creare decorazioni, coprire elementi strutturali verticali, fungere da siepe o separare un giardino in diversi settori. In Italia gli arbusti assumono forme molto diverse tra loro, in virtù delle forti differenze territoriali. Grazie alle proprie caratteristiche strutturali, in particolare l’altezza, sono preziosi quando si progetta un giardino: si adattano a molte situazioni e presentano fiori e foglie che decorano in diversi momenti dell’anno. Se vogliamo ottenere un giardino pieno di allegria, gli arbusti spoglianti sono la scelta migliore: studiando l’epoca di fioritura, è possibile ricreare apprezzabili effetti scenici per tutto l’anno.

 

Alcuni esempi di arbusti

La famiglia delle Spirae fiorisce da febbraio a luglio, in particolare in primavera le specie a fiori bianchi e in estate le altre specie. La varietà S. japonica Gold Flame presenta una colorazione del fogliame intensa e peculiare, con foglie piccole e appuntite che passano dal rosso-arancio delle giovani foglie primaverili, all’arancione e giallo-verde acido in estate, fino al color rame in autunno. Le Weigelie, invece, hanno fiori tubolari a forma di campanule con un’eccezionale fioritura di un mix di bianco panna, rosa tenue e rosa carminio che avviene in primavera. Possiamo ammirarne la fioritura più rigogliosa nel mese di maggio.

 

a cura dell’Accademia Italiana del Giardino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre letture consigliate

Il giardino delle meraviglie

Eleonora Bosco

Pioggia e maltempo: come proteggere le piante

Silvia Quaranta

Regole d’oro per la manutenzione del prato

Silvia Quaranta