Villa da sogno a Mumbai: semplice e raffinata

di Redazione Ville&Casali

Villa da sogno

Pinakin Patel – architetto, interior designer, industrial designer, artista e pensatore – vive in questa grande villa da sogno ad Alibag, un paradiso selvaggio a solo mezz’ora di navigazione da Mumbai.

Alibag è infatti un rifugio privilegiato per alcuni dei più ricchi abitanti della modernissima e caotica Mumbai che qui costruiscono tenute nascoste tra il mare e una vegetazione lussureggiante.

Non c’è un vero e proprio centro abitato, dall’attracco del traghetto si percorre una strada affiancata dai soliti semplici venditori di tè e dolciumi, per poi inoltrarsi in strade strette che si immergono in un paesaggio da foresta.

Ogni tanto si scorge un cancello, ma raramente si intuisce la villa oltre il muro di cinta.

Anche l’accesso a questa proprietà non lascia supporre cosa si nasconda al di là; ma dopo una semplice porta e un vialetto lastricato ecco l’Eden.

Gazebi per riposare all’ombra, statue raffiguranti divinità, comode chaise longue per la conversazione.

E una prepotente vegetazione tropicale domata dal progetto di un architetto e dal lavoro dei giardinieri.

Nel parco si trovano tre costruzioni: la principale è la residenza di Pinakin e della sua famiglia; poi una dépendance, che si rivela dopo un portale antico, con le funzioni di foresteria e spa (siamo nella patria dell’Ayurveda); la terza è un piccolo tempio hindu, privato, per le offerte (punja) e le preghiere quotidiane.

Nella zona living della casa si accede direttamente dal prato: un originale divano a croce occupa la parte centrale e invita al relax e alla conversazione.

A lato, un lungo corridoio porta alla sala da pranzo e a una zona ospiti. Si capisce subito come questa parte della casa sia dedicata alla convivialità e alle relazioni che Pinakin ama coltivare con i tanti amici, collaboratori e clienti.

La parte privata, invece, più intima, è al primo piano.

Qui si ritrova una tipologia costruttiva tradizionale del sud dell’India, tipica di alcuni antichi palazzi reali.

La zona notte è arretrata rispetto alla facciata esterna, e un lungo corridoio/veranda permette di mantenere in ombra costante gli interni e di isolarli dal calore.

Qui non è necessaria l’aria condizionata, perché è il ricircolo dell’aria naturale a climatizzare gli ambienti.

I tetti spioventi, poi, proteggono dai raggi diretti del sole.

Questo incontro tra tradizione e modernità è un tratto caratteristico del design di Pinakin, semplice e raffinatissimo; racconta di una ricerca spirituale profonda e del suo amore per l’arte e la bellezza.

 

 

Testi e foto di LAURA RIZZI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Scopri come abbonarti

1 anno a soli 33,00 €

Partner

I più letti

Una villa racchiusa in un colpo d’occhio

Ristrutturata dall’architetto Stefano Dorata con la co...

Cinque fiori profumati da piantare in aprile

Il grigiore dell'inverno è ormai solo un ricordo: la pr...

Country chic nel cuore del Monferrato

A Costigliole d’Asti, una dimora con origini che risal...

Arredi esclusivi in Toscana

Un itinerario che parte da Firenze, la culla della cul...

casale ristrutturato umbria

Design in un casale ristrutturato tra gli ulivi

A cinque minuti dalla città di Perugia, dopo aver varca...

Ville&Casali su Instagram