Un casale toscano tra i vini italiani da sogno

di Redazione Ville&Casali

Il casale

Tre giovani donne sono le proprietarie di un’abitazione, arredata con oggetti d’antiquariato, e titolari di una nuova azienda vitivinicola.

Stephania, Vanessa e Azzurra sono i nomi di tre giovani donne, coraggiose e intraprendenti, che hanno dato vita alla nuova azienda vitivinicola Vini Italiani da Sogno, produttrice, tra gli altri, del vino Brunello di Montalcino Carillon, che ha già conseguito numerosi riconoscimenti internazionali. Ed è qui, nei pressi del suggestivo borgo di Sant’Angelo in Colle, nello splendido territorio della Val d’Orcia che, tre anni fa, è stata costruita la loro abitazione, provvista di cantina, uno dei rari esempi di nuova edificabilità di questo territorio tanto amato nel mondo.

L’intero progetto è stato curato da un amico di famiglia, l’architetto Emilio Rondini, dello Studio Parisi Associati di Montalcino.  Un contributo determinante alla realizzazione del casale è stato fornito dalle stesse ragazze che, insieme alla madre Jeanneth, hanno scelto gran parte degli arredi che ora impreziosiscono gli ambienti domestici.

Nel complesso, il casale si sviluppa su circa 1.800 mq, di cui 600 mq destinati alla parte residenziale e 1200 mq, adibiti alla cantina e agli uffici. A questo si aggiunge un caveau sotterraneo, dove sono custodite le Riserve di famiglia per le varie annate prodotte.

Le due zone della casa (giorno e notte) sono totalmente contrapposte e separate da una grande sala da pranzo con uno spazio open per la cucina a vista e un doppio camino in pietra antica. Al centro della casa spicca la colonna di un ascensore di cristallo, rivestito da due pareti rosso Ferrari, che costituisce un pò il cuore dei livelli della casa.

Gli arredi sono stati curati con grande attenzione e amore dalle proprietarie che, per le decorazioni in ferro battuto, si sono avvalse dell’esperienza del celebre Biagiotti di Pienza. Tutte le porte, realizzate in legno di castagno (alcune sono spesse circa 14 cm), sono state prodotte da artigiani locali che hanno utilizzato antiche tecniche e grande manualità. Molti mobili e soprammobili presenti sono il risultato di acquisti effettuati nei decenni passati in prestigiosi negozi di antiquariato in Italia e nel mondo. In particolare, il soggiorno comprende una piccola statua in bronzo raffigurante Cesare Imperatore, acquistata presso un’asta londinese qualche anno fa e situata sul pianoforte a coda. Come a simboleggiare il benvenuto a tutti gli ospiti di questo splendido casale.

Di Aldo Mazzolani

Foto di Massimo Ferrari

Pubblicità

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Rifugio del cuore

Un antico cascinale immerso nella verde quiete dell’Al...

Un biolago tra i pini, a due passi dal mare

È nel cuore della Maremma toscana, immersa in una pine...

vivere in un fienile

Vivere in un fienile trasformato in una dimora da sogno

Un edificio in pietra e sassi, tipico delle Langhe, ris...

Una villa veleggia verso Ortigia

Sul promontorio del Plemmirio, di cui parla Virgilio n...

Abitare il fascino della Costa Smeralda

Una storica villa di Porto Rotondo con accesso diretto...

Ville&Casali su Instagram