fbpx
21 Settembre 2019
Ville&Casali
Storie

Marmo moderno, tesoro dell’antica Sicilia

La Sicilia orientale sta vivendo un momento di rinascita. A livello culturale, territoriale, di immobili ed economia. La sua arte, di per sé famosa nel mondo, caratterizzata dal Barocco, trova sempre nuovi ammiratori. Servono però anche artisti e artigiani interessati a svilupparla e coltivarla.

L’amore per l’arte: una vita di valore

1Emanuele Rizza è un art-designer e scultore d’arte di professione che vive e lavora tra Modica e Carrara. Lo abbiamo incontrato nel suo laboratorio di Modica, quasi uno scantinato, dove non avremmo mai immaginato di trovare opere così belle, moderne e insieme profondamente legate alla Storia. Dopo aver frequentato l’Accademia di Belle Arti – e ottenuto la qualificazione professionale di scalpellino e restauratore della pietra bianca di Siracusa – il giovane Rizza si è trasferito a Carrara dove ha condiviso la sua esperienza con artisti di fama internazionale e ha frequentato la celebre “Scuola del marmo Pietro Tacca”, specializzandosi nelle tecniche artistico scultoree tradizionali. “Passato, presente e futuro costituiscono un connubio inscindibile nella filosofia artistica di Emanuela Rizza”, ha scritto Valentina Raffa di Modica. “La ricerca e lo studio sulle forme antiche – attingendo dalle culture greca e romana, da quella nordica, senza dimenticare l’Egitto e le popolazioni nord-africane e del Medio Oriente – convoglia in un presente che guarda verso profili moderni e contemporanei, imbevuti di un quid di futurismo”. Rizza lavora principalmente con marmi, travertini e pietre italiani, e negli ultimi tempi sta cercando di rivalutare le pietre estratte nella Sicilia sud-orientale – sua terra d’origine – impiegandole, oltre che nella realizzazione delle sue particolari opere scultoree, anche per la creazione di esclusivi oggetti d’arredo, dal design ricercato e innovativo, sviluppati sull’utilizzo razionale degli scarti di lavorazione lapidea. “Di là dalla pura tecnica professionale, la mia “più intima” espressione artistica si sviluppa da matrici simboliste e metafisiche e, nell’ambito della scultura, è indirizzata alla ricerca di un linguaggio mistico universale adattabile all’era della globalizzazione”, dice lo stesso artista.

2Ogni opera ha in sé il fascino dell’arcaico e l’essenzialità del gusto contemporaneo. Sono pseduo-vasi, anfore sospese, oggetti scultorei, contrassegnati dal marchio egolitik (pensare la pietra), che anelano a toccare la mente, lo spirito, il cuore di ogni persona.

Un’occasione speciale

La Sicilia orientale è ricca di perle artistiche e tesori. Ne abbiamo parlato nel numero di aprile del nostro giornale. Se te lo sei perso, o se vuoi rileggere l’articolo, puoi scaricare la App che ti permette di consultare gli arretrati: fai clic su questo collegamento.

Vista la particolare congiuntura, potrebbe essere interessante dare un’occhiata agli annunci immobiliari della zona, alla ricerca di affari interessanti e occasioni imperdibili. È facile: basta andare a questo collegamento.

 

Altre letture consigliate

Interni in pietre naturali: la bellezza che resiste

Cecilia Toso

Storia, natura e mare: l’oasi di Vendicari

Silvia Quaranta

Una casa per vivere immersi nella natura della Sicilia

Paola Pianzola