fbpx
20 Luglio 2019
Ville&Casali
Storie

Berlucchi: gli spumanti Satèn ed Extreme

Berlucchi ha dimostrato la propria eccellenza nella produzione dello spumante Metodo Classico prima con la tiratura limitata dell’Extreme e poi con il Satèn. Come se ce ne fosse bisogno, visto che etichette come la Cuvée Storica (ora ribattezzata ‘61 per onorare l’anno di fondazione e sottolineare la primogenitura delle bollicine di Franciacorta) e la linea Cellarius di Berlucchi sono già apprezzate da tempo. Forse perché nate da una sfida: a metà anni ‘50, Guido Berlucchi si affida a un giovane enologo appena diplomatosi ad Alba per migliorare il proprio bianco.

[nggallery id=163 rel=lightbox]

Quel giovane di nome Franco Ziliani, però, lo contagia con il sogno di produrre spumanti alla francese e nel 1961, con le prime 3.000 bottiglie, il sogno diventa realtà. Da quel momento l’azienda di Guido Berlucchi cresce in qualità e quantità: i 5 milioni di bottiglie prodotte oggi sono non solo un simbolo del Made in Italy più bello ma anche delle capacità spumantistiche italiane.

Consulta la scheda dedicata a Guido Berlucchi

di Alberto Lupetti

Altre letture consigliate

Carpineto stupisce di nuovo con il Chianti Classico

Redazione Ville&Casali

Come allestire la cantina per il vino

Giorgia Marino

Weekend a Paestum, meraviglie della storia

Redazione