fbpx
10 Ottobre 2019
Ville&Casali
Ristrutturazioni

Invitante semplicità in Puglia

Pochi anni fa, Michele Roberto, medico chirurgo appassionato di fotografia, beni culturali e giardini, residente a Bari dove svolge la sua attività, decise di acquistare una proprietà nel magico scenario della Valle d’Itria. Dopo anni di ricerche, la sua attenzione si focalizzò su un’antica dimora degli anni Trenta, ubicata sulle colline nelle adiacenze di Martina Franca, ora denominata Soir de Paris. Tale costruzione edificata, nel 1935, si presentava in uno stadio di degrado e abbandono, nonostante una posizione di particolare pregio paesaggistico.

Dalle sue finestre, infatti, è possibile ammirare un paesaggio incomparabile che raccoglie in sé l’intera Valle d’Itria. Considerata la felice posizione e la bellezza dell’antico complesso architettonico, l’attuale proprietario decise di acquistare la villa e di procedere al suo restauro.  Il compito di ristrutturare la casa fu affidato all’architetto Andrea Bricchi. Le operazioni che hanno contraddistinto i lavori hanno permesso di trasformare l’intero edificio a piano terra in un’area residenziale di 180 metri quadri. Gli interni, con tipiche pareti in pietra a vista, ricche di nicchie, sono stati rispettati il più possibile. Andrea Bricchi non ha modificato la loro disposizione, ha ricavato due bagni ed un nuovo ripostiglio. Qui, caratteristiche strutturali e materiali originali vengono conservati, ma il progetto si arricchisce di una visione nuova, allargata verso l’intera tradizione mediterranea.

Fondamentale è l’opera degli artigiani locali che conoscono e adoperano ancora materiali e tecniche di costruzione antichi. Al piano interrato i locali esistenti, di circa 90 mq, sono stati oggetto di manutenzione e imbiancatura delle pareti senza alterare la loro consistenza e la destinazione non residenziale. Le pareti esterne sono state imbiancate con calce di colore bianco al posto dei colori originari. La copertura del tetto, originariamente in pessime condizioni, è stata totalmente divelta e rifatta. All’esterno dell’edificio è stato aggiunto un portico in muratura, di colore bianco, che si distacca con un proprio allineamento per permettere di godere dell’incantevole panorama circostante, protetti dal sole. Il proprietario ha curato la sistemazione esterna dell’area verde integrandola con piante mediterranee. Sono stati, inoltre, ripristinati i muretti in pietra a secco, che circondano il perimetro della proprietà. Intorno, il giardino profuma l’aria di lavanda e gelsomino.

Altre letture consigliate

Come rendere contemporaneo un antico casale

Roberto Begnini

Recuperare la bellezza del cotto

Redazione Ville&Casali

Sapori di Puglia nei trulli

Eleonora Bosco