fbpx
24 Agosto 2019
Ville&Casali
Appartamento a Londra
Ristrutturazioni

Appartamento a Londra: ristrutturare all’italiana

Una famiglia italiana con tre figli ha acquistato sei anni fa un appartamento a Londra nel prestigioso quartiere di South Kensington da un eccentrico gentlemen britannico, deciso a lasciare la città per la quieta campagna inglese.

Il progetto di ristrutturazione è stato affidato all’architetto Elisabetta Pincherle di Milano, che ha realizzato negli ultimi anni numerosi progetti di ristrutturazione e di interior design nella capitale britannica e che per l’appunto si era trasferita lì in quel periodo per alcuni incarichi, tra cui questo.

Appartamento a Londra

L’appartamento, utilizzato per weekend o per più lunghi periodi di vacanza, ma anche per motivi di lavoro, è posto al terzo e quarto (e ultimo) piano di un antico palazzo,” racconta la proprietaria a Ville&Casali, La luce inonda gli spazi ed è proprio questo il motivo che ci ha fatto innamorare di questo immobile. Inoltre, ha un bel terrazzo che si affaccia su un magnifico giardino interno. Le finestre del living-room e dalla master bed room sono rivolte verso una piazza giardino in uno dei punti più eleganti della città”.

Appartamento a Londra

Al terzo piano si trovano il living, la cucina e il terrazzo, ovvero la zona giorno. Al quarto piano, due camere da letto e i bagni.

I lavori di ristrutturazione sono durati circa otto mesi, spiega la proprietaria. “Le costruzioni inglesi sono meno accurate di quelle italiane, soprattutto per quanto riguarda la qualità dei materiali”.

 

Cura dei materiali per l’appartamento a Londra

L’intervento è stato radicale,” aggiunge l’arch. Pincherle, “e la ristrutturazione molto profonda, siamo infatti arrivati al vivo delle murature, scrostando strati e strati di “plasterboard” (intonaco) che copriva i mattoni vittoriani dell’edificio. Tutti gli impianti sono stati rimossi e riposizionati, con soluzioni tecnologiche più attuali. Due finestre a tetto tipo velux sono state posizionate nei due bagni ciechi, che con la luce naturale hanno completamente cambiato faccia.”

Appartamento a Londra

Inoltre sono stati scelti nuovi sanitari, massicce rubinetterie inglesi e rivestimenti in marmo e mosaico di marmo.

La cucina, anch’essa completamente rinnovata è di Boffi realizzata su disegno dell’architetto, che ha anche trovato una soluzione smart, una semplice piccola scala, per collegare il locale con il terrazzo, posto a un livello superiore rispetto al piano di calpestio interno.

Il pavimento scelto è una soffice moquette in lana, imposta dal regolamento di condominio per attutire i rumori.

I muri sono stati dipinti con colori caldi e pitture all’acqua di Farrow&Ball.

 

L’arredamento è stato realizzato con i consigli dell’architetto: arredi su disegno, liberamente interpretati dal falegname di famiglia che andava e veniva dall’Italia. Altri arredi antichi sono stati acquistati all’asta in Inghilterra e altri ancora acquistati da antiquari o in negozi di design, come le poltroncine di B&B, nel living room.

I proprietari sono collezionisti raffinati e ogni oggetto racconta una storia. Il risultato è una casa accogliente e piacevole.

Una parte molto vissuta della casa è il terrazzo, di circa 25 mq, che viene utilizzato per la colazione o per il brunch, anche perché il clima a Londra lo consente più di quanto comunemente si pensi, dice la proprietaria.

Appartamento a Londra

Chiediamo, infine, alla signora: “Acquistare questa casa è stato un affare?”

Abbiamo ricevuto alcune offerte a un prezzo superiore”, risponde sicura. “Ma non abbiamo alcuna intenzione di venderla” e l’architetto Pincherle aggiunge, “Dopo Brexit è il momento di comprare e non di vendere! Londra è e sarà sempre amata dagli altri europei e in particolare dagli italiani, che ne apprezzano il fascino diviso tra tradizione e modernità”.

 

 

 

A cura di MARCELLA GUIDI

Foto di GEORGIA ARENA

Altre letture consigliate

Londra: superattico sul Tamigi in una delle tre torri La Corniche

Paola Pianzola

Mostre in Europa da non perdere

Redazione

Mercatini delle pulci: da Londra a Berlino

Redazione